CALCIOMERCATO MILAN – In casa Milan potrebbe rivedersi Kakà. Le operazioni sono iniziate e settimana prossima potrebbe arrivare la fatidica fumata bianca. Lo sbarco dell’ex 22 rossonero a Milanello sarebbe soltanto l’ultimo di una lunga “tradizione” del Milan berlusconiano. Da quando l’attuale patron del Diavolo è in carica in quel di Milanello si sono rivisti Gullit, Donadoni, Leonardo, Shevchenko e Beckham. Esperienze più o meno infelici visto che i “ritornanti”, in particolare Donadoni e Sheva, avevano già dato il meglio di se, e della loro seconda esperienza a Milanello non hanno lasciato un bel ricordo. In chiaro/scuro il ritorno di Gullit così come quello di Beckham (quest’ultimo bloccato da un infortunio), mentre il ritorno di Leo dura solo 5 mesi prima di dedicarsi alla carriera da dirigente. Non vanno meglio i ritorno in panchina. Capello e Sacchi sono i casi più eclatanti, che hanno provato a risollevare le sorti di un Milan malato, quello del 1997 e del 1998, senza ottenere risultati positivi. L’unico “come back” degno di nota è quello del grande Nereo Rocco, che dopo aver vinto la Coppa Campioni nel 1963, va a Torino e poi torna a Milano per conquistare scudetto e Coppa delle Coppe nel 1967.

La redazione di Milanlive.it