TASSOTTI – Di seguito le principali dichiarazioni del secondo allenatore del Milan, Tassotti, a Milan Channel.

CORSA CHAMPIONS LEAGUE“Da qui alla fine del campionato saranno tutte sfide fondamentali, abbiamo tanti scontri diretti e non possiamo perdere altri punti visto il nostro inizio, ma vincendo domenica possiamo dare una bella botta alla nostra classifica. Secondo posto? E’ lontano, per ora dobbiamo pensare al terzo posto, che sembra l’obiettivo più vicino da raggiungere. Se poi davanti frenano e noi continuiamo a fare bene allora penseremo ad altri obiettivi”.

SFIDA CON LA LAZIO“La Lazio? È una squadra molto accorta, che si sa difendere con tutti i giocatori. Domenica sarà difficile trovare spazi perché loro difendono con 11 giocatori dietro la linea della palla. Dovremo stare attenti al loro contropiede. Sta facendo benissimo, è terza in Serie A ed è andata avanti in Europa League, è una squadra che ha qualità. Loro giocheranno con Floccari davanti, che ha caratteristiche che vanno bene per i nostri centrali, vediamo nei prossimi giorni chi potrà sostituire Mexes che è squalificato”.

DERBY “Il pareggio nel derby? L’amaro in bocca c’è, soprattutto perché abbiamo giocato molto bene per circa un’ora, senza però concretizzare alcune occasioni da gol. Dovevamo gestire in modo diverso il vantaggio, ma ora è inutile continuare a rammaricarci per quello che è successo. La squadra sta bene sotto il profilo fisico, abbiamo lavorato molto sotto questo profilo”.

LA SFIDA COL BARCA E GATTUSO“Barcellona? È un momento un po’ difficile per loro, la lontananza dell’allenatore sta creando qualche problema anche a grandi campioni come loro. Gattuso nuovo allenatore del Sion? Non l’ho sentito, stava già studiando da allenatore, questa è stata solo un’accelerazione dovuta alla situazione della sua squadra. Fare comunque sia l’allenatore che il giocatore non è facile, ma lui è in grado di fare anche questo”.

La redazione di Milanlive.it