GALLIANI MILAN – Adriano Galliani si fa intervistare da Milan Channel dopo Milan-Lazio: “Abbiamo avuto due mesi per ricostruire un palazzo che ha delle buone fondamenta. Siamo molto contenti di quello che stiamo facendo. Vinciamo sempre per Berlusconi, l’ho sentito poco fa: era felice, felice, felice. Mi ha detto che De Sciglio è stato fantastico. Mattia è un giocatore super. Stiamo creando qualcosa di importante. Nel calcio la carta d’identità è fondamentale, noi giochiamo con ragazzi di 20 che sembrano veterani: si veda Niang e De Sciglio. L’anno prossimo arriverà qualcun altro. Giochiamo anche bene. I due primi tempi con Lazio e Inter sono stati stratosferici, ma comunque gioiamo dei nostri 48 punti. Stasera la partita è valsa 4 punti, siamo davanti noi per la differenza reti. Bisogna guardare tutto. Io ho massacrato allenatore e giocatori tutta la settimana chiedendo di fare almeno due gol. E’ inutile guardare al Napoli, bisogna solo vincere le gare: poi vedere cosa fanno gli altri”.

“Cassano-Pazzini? Parlo solo di Pazzini. Sta facendo bene, prima di prendere Balotelli gli ho chiesto la sua benedizione telefonandolo. E’ un grande. Balo? Doveva andare ieri sera dalla sua mamma. Ha deciso di andare oggi, al posto di ieri restando in ritiro con noi. E’ meglio andare a casa a curarsi piuttosto che venire allo stadio a vedere la partita. Pubblico? Anche qui la statistica è facile e chiara. Esiste il sabato del villaggio, non la domenica del villaggio. Conta il giorno in cui si gioca: è la terza gara come affluenza di pubblico dopo Inter e Juve. Adesso pensiamo al Genoa, non a Napoli e Barcellona. L’anno prossimo ci sarà la Champions League dei giovani, vogliamo esserci. Domani farà 18 anni Cristante, lunedì firmerà il suo contratto quinquennale. C’è soddisfazione personale per De Sciglio: ha fatto tutto il settore giovanile. Stanotte mi riguarderò la partita e la classifica