Milan » Milan News » Milan, La Repubblica sicura: I rossoneri puntano al primo posto della Juve

Milan, La Repubblica sicura: I rossoneri puntano al primo posto della Juve

MILAN JUVENTUS – Interessante articolo scritto dal giornalista Fabrizio Bocca de La Repubblica. Si parla di Milan e dalla corsa al primo posto dei rossoneri: “Appena finita la partita i tifosi che sgombrano allegramente San Siro si domandano dove possa finire il Milan. Se il terzo posto cioè che stasera ha conquistato sorpassando la Lazio sia ulteriormente migliorabile e dare dunque la scalata anche al secondo posto del Napoli e addirittura al primo della Juventus. E’ un entusiasmo che ci sta, il Milan dopo una partenza totalmente sballata – ma anche con molte giustificazioni, date le partenze illustri – ha trovato ritmo, qualità di gioco e soprattutto continuità di rendimento. Merito di Allegri che dopo aver faticato a trovare soluzioni e nuovi equilibri. Ma non credo che ora il Milan pensi più di tanto al secondo o addirittura al primo posto, penso piuttosto che sia molto concentrato sul Barcellona e sulla possibilità di segnare l’anno comunque con una grande impresa europea. La vittoria sulla Lazio è stata netta, anche se ovviamente sul 3-0 ha influito molto l’episodio Candreva-El Shaarawy. La Lazio ha giocato tre quarti di partita in dieci a causa dell’espulsione del suo uomo. Sarò sincero, sul momento a San Siro ho avuto la netta sensazione del fallo in area e del rigore (e forse è invece giusta la punizione), l’espulsione in un’azione d’attacco con due o tre uomini mi è sembrata francamente esagerata. Ma non è questo il punto, mi ha colpito molto che l’arbitro insieme al giudice di porta e compagnia bella ci abbia messo dei minuti per decidere. Petkovic ha parlato chiaramente di “decisione alla moviola”. Il che apre uno scenario di dubbi irrisolti, una specie di moviola ombra i cui verdetti magari passano per i radiomicrofoni degli arbitri. Sospetti e illazioni come quelle di Petkovic possono essere scacciati via solo con decisioni più rapide e magari meno corali. Curiosamente infine nella stessa giornata in cui si viene a sapere che Cassano ha litigato furibondamente con Stramaccioni, il migliore in campo nel Milan è Pazzini, scambiato in estate appunto con Cassano. Si era detto che il vero affare forse l’aveva fatto l’Inter. O forse no…”.