Milan » Milan News » Milan, Crudeli: “Firenze test decisivo per la Champions. Montolivo nuovo Pirlo. Balotelli…”

Milan, Crudeli: “Firenze test decisivo per la Champions. Montolivo nuovo Pirlo. Balotelli…”

MILAN CRUDELI – Tiziano Crudeli, noto giornalista e tifoso rossonero, è stato intervistato da Firenzeviola.it per parlare della prossima sfida di campionato tra Fiorentina e Milan.

Che tipo di partita si aspetta domenica allo stadio Franchi?
”Sarà sicuramente un match importante per le due squadre che a mio avviso si meritano maggiormente di contendersi la terza posizione. Per il Milan sarà un test decisivo perché dopo Firenze, i rossoneri dovranno ospitare a San Siro il Napoli e poi andare in trasferta allo Juventus Stadium: uscire imbattuti dal Franchi sarebbe un risultato importante, mentre invece se dovesse arrivare una sconfitta la corsa alla Champions si farebbe molto più complicata”.

Il Milan non sarà quello dell’andata…
”E’ vero, ma i viola hanno tutte le carte in regola per mettere in difficoltà il Milan, che pure viene da una striscia positiva di risultati utili consecutivi molto lunga e non subisce gol da quattro giornate. Inoltre i viola, in casa, sono temibilissimi ed il fatto che abbiano perso solo una volta tra le mura amiche testimonia come per i rossoneri sarà davvero un’impresa battere la Fiorentina”.

Sarà anche la prima volta da ex per Montolivo: che stagione è stata fino ad ora quella del numero 18?
”Riccardo con la maglia del Milan è riuscito a compiere il vero salto di qualità che a Firenze non era riuscito a compiere. A mio avviso ha delle doti che lo rendono il sostituto naturale di Andrea Pirlo ed ha tutte le possibilità di diventare un giocatore simile a lui. In questi ultimi mesi Montolivo sta avendo un rendimento eccellente, sopratutto in fase di contenimento ed in quella realizzativa”.

Balotelli potrà essere il giocatore su cui puntare tutto Domenica?
”Il Milan anche grazie a SuperMario sta avendo un rendimento davvero eccellente: in particolar modo con il suo arrivo, Allegri ha potuto lavorare su più soluzioni offensive, mentre fino a dicembre tutto il peso dell’attacco milanista si reggeva solo sulle spalle di El Shaarawy. Sarà sicuramente una pedina importante da giocare per le chances di vittoria del Milan”.

Tra i viola saranno importanti le assenze di Jovetic e Gonzalo Rodriguez?
”Sì, sono due giocatori importanti ma credo che la Fiorentina rimanga una squadra pericolosissima anche senza di loro: i viola hanno un gioco temibilissimo, fatto di aggressività, rapidità e ripartenze che sicuramente metterà in difficoltà la squadra rossonera. Non temo nessun giocatore in particolare dei viola: ho paura moltissimo, però, del gioco nel suo complesso”.

Un’ultima domanda su Montella: può essere il nome giusto nel caso in cui Allegri dovesse lasciare il Milan?
”Ho una grande stima del tecnico viola perché ha dimostrato di saper dare alle proprie squadre un gioco davvero impressionante. L’unica cosa che gli imputo è di essere, spesso e volentieri, dipendente da alcuni giocatori, come ad esempio, a Firenze, da Pizarro e Borja Valero. Ma per nostra sfortuna, i due domenica ci saranno”.