MILAN BOTAGOFO – Giunge una notizia “shock” dal Brasile. Il Botafogo, club carioca, ha presentato un esposto alla Fifa e alla Uefa accusando il Milan di non aver pagato un debito da 300 mila euro per il tesseramento di Sergio Luiz Ceregatti nel 2010.
Le norme del Fair Play Finanziario impongono alle società di avere bilanci in regola senza debiti di alcun tipo, pena l’esclusione dalla coppe europee.
Il Botafogo esige questa somma di 300 mila euro come compensazione per aver fatto crescere il giocatore nel proprio vivaio per quattro anni. Il Milan contesta ciò dichiarando che la tassa da pagare è di soli 61 mila euro. Pertanto il club brasiliano ha presentato il suo esposto.

Un portavoce della federazione europea ha dichiarato: “Quando riceviamo un esposto da un club, lo giriamo alla federcalcio di competenza in modo che si possa far luce sulla situazione. Sta a loro indagare su un club e sulla regolarità dei movimenti“.
Lorenzo Cantamessa, avvocato della società di via Turati, ha intanto affermato: “Le motivazioni dell’operato rossonero sono ben spiegate nella documentazione che abbiamo inviato alla Fifa. Siamo tranquilli“.