EDITORIALE MILAN FIORENTINA – L’arbitro Tagliavento è stato l’indiscusso protagonista di Fiorentina-Milan. L’espulsione ingiusta di Tomovic, il generoso rigore concesso a Ljajic e i due penalty negati ai rossoneri (il primo su Abate e l’altro per fallo di mano di Roncaglia) sono episodi che non possono certamente passare in secondo piano e dovrebbero far riflettere. Match così importanti non possono essere condizionati in maniera così pesante da errori così clamorosi.

Da milanista, però, non me la sento di prendermela esclusivamente con Tagliavento per la mancata vittoria di Firenze.
Il Milan dal 39′ del primo tempo si trovava in vantaggio di un goal e di un uomo. Da quel momento i rossoneri avrebbero dovuto affrontare la partita con atteggiamento diverso, senza lasciare spazio di reazione alla Fiorentina. Il raddoppio di Flamini al 62′ è frutto di una grande intuizione di Montolivo, ma poi i rossoneri si sono letteralmente addormentati subendo l’iniziativa della squadra di Montella. Viola che comunque, a parte i rigori, non hanno creato grossi pericoli ad Abbiati nella ripresa ma è altrettanto vero che il pallino del gioco lo hanno avuto loro ed i ragazzi di Allegri non sono stati in grado di effettuare una manovra fluida capace di recare gravi pericoli agli avversari e giungere così al terzo goal.

L’arbitraggio di Tagliavento dopo averci in un primo momento favoriti (espulsione di Tomovic) ci ha poi nettamente svantaggiati, ma il Milan avrebbe dovuto affrontare il secondo tempo con un piglio diverso. Magari l’intenzione dopo il raddoppio era quella di gestire la partita senza particolari problemi, ma evidentemente non si è stati in grado di farlo per vari motivi.
Rimane l’amarezza di aver perso 2 punti fondamentali per la corsa al 2° posto e per mettere in cascina il 3°. Adesso il calendario ci porterà a sfidare il Napoli a San Siro e la Juventus a Torino. Speriamo che la rabbia per la partita di Firenze si tramuti in energia positiva e consenta ai rossoneri di ottenere 6 punti pesanti.

Matteo Bellan – www.milanlive.it