BERLUSCONI MILAN – Barbara Berlusconi, membro del Consiglio di amministrazione del Milan, durante una sua intervista odierna a Studio Aperto ha dichiarato: “Noi non stiamo dicendo addio ai top players, anzi. Ci siamo strutturando per avere più finanze per investire in grandi giocatori com’è avvenuto nell’ultima sessione di calciomercato”.
Affermazioni che lette così non posso che far gioire tanti tifosi che accettano di buon grado un progetto basato sui giovani, ma che chiaramente non disdegnano l’arrivo di grandi giocatori come è stato nel caso di Mario Balotelli a gennaio. L’acquisto dell’ex attaccante del Manchester City è stato comunque agevolato dal fatto che ormai lui fosse ai ferri corti con società e tecnico, pertanto andare ad intavolare una trattativa con la società inglese era fattibile. Questo senza nulla togliere alla grande operazione che è stata realizzata, perché in pochi se l’aspettavano. Ma se la situazione di Balotelli fosse stata diversa oggi non lo vedremo con la maglia del Milan, perché il suo prezzo sarebbe stato decisamente superiore ai 20 milioni pagabili in 5 anni ai quali aggiungerne altri 3 di bonus.

La speranza dei tifosi è quella di vedere un Milan che torni ad essere competitivo in Italia, in Europa e nel mondo. E’ la missione del Milan da sempre. Lo ha detto anche il presidente onorario Silvio Berlusconi più volte, specificando anche che nel giro di 2-3 anni il club tornerà ai vertici grazie al nuovo progetto lanciato dalla società di Via Turati.
I supporters rossoneri dopo un’estate veramente difficile in seguito all’addio dei senatori e a quello del duo Thiago Silva-Ibrahimovic (ceduti dopo aver annunciato in pompa magna che sarebbero restati) hanno deciso di ridare un pò di credito alla dirigenza sperando di non essere traditi.
Non si chiede l’acquisto di giocatori come Messi, Ronaldo, Iniesta e simili. Ma semplicemente di essere chiari e sinceri accompagnando le parole con i fatti.

Barbara Berlusconi ha affermato che il Milan si sta  strutturando per avere più finanze da investire sui grandi giocatori? Bene, vedremo e valuteremo le future mosse societarie sperando di non dover assistere a nuovi teatrini fatti di bugie e prese in giro come avvenuto nell’ultima estate. Se il nuovo progetto-Milan risulterà vincente, come ci è stato annunciato, ci ritroveremo tutti a riconoscerlo con molta obiettività ed onestà intellettuale.

Matteo Bellan – www.milanlive.it