Milan » Milan News » Milan, Biasin ammette: 3 giornate per Balotelli sono troppe. Su Boateng…

Milan, Biasin ammette: 3 giornate per Balotelli sono troppe. Su Boateng…

Milan News Balotelli Squalifica- Intervistato da Milannews, Fabrizio Biasin, prima firma dello sport del quotidiano Libero, ha parlato a lungo dei rossoneri

Uno degli argomenti più caldi della settimana è sicuramente la squalifica di Balotelli. In molti ritengono esagerata la sanzione di due giornate. Tu da che parte stai?
“E’ evidente che è esagerata ma Balotelli deve capire che lui è diverso da tutti gli altri. Tutte le domeniche succedono cose del genere ma a lui non gliele fanno passare. Lui paga il suo background, la sua nomina. Credo comunque che la squalifica verrà ridotta”.

La cosa strana è che da tre anni il Milan viene privato del suo migliore giocatore in periodi decisivi. Era successo due volte con Ibra e ora con Balotelli…
“E’ indubbio che la colpa è dei giocatori e non degli arbitri. Il Milan ha scelto dei giocatori “particolari” ed è normale che possano capitare queste cose, così come successe con Ibrahimovic. E’ altrettanto chiaro però, che non c’è un buon metro di giudizio, vedi la squalifica di una giornata a Schelotto…”.

Parlando sempre dei singoli, Boateng ha “rimproverato” Allegri di cambiarlo sempre di ruolo. Che ne pensi?
“Credo che Allegri non abbia sbagliato un colpo sotto questo punto di vista. Alla lunga ha sempre avuto la meglio, pur potendo sbagliare qualche valutazione in certe partite. Boateng è chiaro che non sta facendo bene ma deve affidarsi pienamente al suo allenatore. Non vorrei che queste lamentele fossero il preludio ad una sua cessione. Detto questo è giusto che Allegri decida partita per partita come e dove schierare Boateng”.

Domenica c’è Milan-Napoli. Pensi sia una partita decisiva per il secondo posto?
“Beh è molto importante. Il Milan entrerà sicuramente per vincere la partita, mentre il Napoli potrebbe approfittare di questo per giocare come gli riesce meglio. I rossonero sono in un ottimo stato di forma, mentre il Napoli è in ripresa”.

Ti va di sbilanciarti su un pronostico delle prime tre posizioni alla fine del campionato?
“A parte la Juve, dico secondo Napoli e Milan terzo. Il distacco di quattro punti è importante e gli azzurri possono gestirlo bene”.