RAIOLA BALOTELLI VAN BOMMEL – Interessanti dichiarazioni rilasciate dall’agente di Mario Balotelli, Mino Raiola, ai microfoni di France Football. L’agente italo-olandese ha parlato dell’approdo nella sua scuderia di Balotelli, svelando: “Io ero il solo a non correre dietro Mario. Mario si allenava tutti i giorni con Ibra, che riteneva il più forte giocatore di tutti. E sapeva che ero io il suo agente. Io pizzaiolo? Non mi offende perché è un lavoro onesto e degno di ogni rispetto. La mia famiglia aveva un ristorante a venti chilometri da Amsterdam, frequentato anche dalla regina d’Olanda. La sera davo una mano a mio padre, lavando i piatti, i pavimenti, sistemando i tavoli e facendo il cameriere. Ma non ho mai saputo fare una pizza, semplicemente perché non ne ero capace”. Poi su Van Bommel svela: “Durante la stagione 2010-2011, Galliani mi disse che cercava un centrocampista. Io gli proposi Van Bommel. Lui però mi disse che ero pazzo, che Van Bommel aveva 33 anni: “E’ impossibile”, mi diceva Galliani. Io allora l’ho chiamato due volte alla settimana nei mesi successivi: “Prendi Van Bommel, prendi Van Bommel…”. Il Milan lo ha finalmente preso nel gennaio 2011”.

La redazione di Milanlive.it