Milan » Milan News » Milan-Catania, una nuova penalizzazione (a discapito delle malelingue): manca un rigore ai rossoneri!

Milan-Catania, una nuova penalizzazione (a discapito delle malelingue): manca un rigore ai rossoneri!

MILAN CATANIA – A discapito delle malelingue che vogliono il Milan nettamente favorito dagli arbitri in questa stagione, la sfida fra il Milan e il Catania ha visto i rossoneri ancora una volta penalizzati. A rilevarlo è l’ex arbitro, Massimo Chiesa, che analizzando la moviola di Milan-Catania per Calciomercato.com ha spiegato: “Fallo di mano in area di Legrottaglie dopo due minuti? Rigore netto e ammonizione. Il fatto che la palla venga prima deviata da Marchese non cambia le cose, perché le braccia di Legrottaglie sono aperte come un passaggio a livello, occupano spazio. Fallo su Gomez? Il Catania ha ragione: era fallo. Massa sbaglia a non fischiare: ha voluto arbitrare all’inglese, lasciando correre, ma in Inghilterra i falli li fischiano. Se il Milan doveva fermarsi con Gomez a terra? No, è l’arbitro che deve fermare il gioco. E avrebbe dovuto fischiare perché c’era un fallo. Rigore su Balotelli? Non aspettava altro, ma il contatto c’è: il gicatore del Catania gli prende il piede nettamente. Sento dire, poi, che il rigore andava ripetuto a causa della rincorsa di Balotelli. Ma non è così: l’attaccante del Milan mantiene l’inerzia della rincorsa. Il rigore va ripetuto se chi lo batte si ferma, interrompendo la rincorsa. Ma non è il caso di Balotelli: lui non interrompe la rincorsa, c’è continuità”.

La redazione di Milanlive.it