CALCIOMERCATO MILAN SEEDORF COSTACURTA ALLEGRI VAN BASTEN / L’ex bandiera rossonera Alessandro Costacurta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24 in merito alla situazione della panchina e all’incontro fra Allegri e Berlusconi: “L’incontro saltato? E’ abbastanza enigmatica questa scelta, non era così sicuro l’allontanamento di Allegri. Credo sia stata fatta la scelta di allontanarlo, credo che il presidente non ne voglia più parlare. Seedorf? Lui si vede bene da tutte le parti, ha la presunzione dell’uomo che sa e conosce, credo pensi di stare benissimo anche sulla panchina dl Milan. Può fare bene al Milan? Ho un’idea che deriva dal fatto che sono stato tanti anni al Milan. La società è convinta che ogni persona che sappia un po’ di calcio, messa lì può fare bene, perché sono tutelati dalla società. E’ una società presente e questo è il successo del Milan. Hanno bisogno di un uomo che conosce l’ambiente e Seedorf lo conosce. La scelta di Berlusconi che va un po’ contro tutti? All’inizio le sue scelte sugli allenatori sono state difficili da accettare, con Sacchi e Capello, poi le scelte sono state fatte da Galliani. Le difficoltà che può avere Seedorf? L’unico problema di una persona che ha allenato poco è il rapporto con i giocatori. Clarence è bravo nell’approccio con le persone. I giocatori che possono far vincere o perdere il Milan sono Balotelli, Niang, Boateng… Anche in questa maniera potrebbe essere stata fatta la scelta di Seedorf, il colore della pelle che può anche aiutare. Si pensa ad un rapporto conflittuale tra Balotelli e Seedorf? Anch’io, ma sotto questo aspetto non sottovaluterei l’intelligenza di Seedorf, dato che Balotelli vuole vedere dall’altra parte una persona sincere. Si era legato molto a Max perchè lo aveva aiutato. Sono due persone che potrebbero sembrare a conflitto, ma non ho mai sottovalutato Seedorf. Per quanto mi riguarda la persona adatta potrebbe essere Frank Rijkaard. Donadoni? Credo che non voglia forzare la mano verso il Parma, perchè prima o poi al Milan ci arriverà, ma non è una scelta per sorprendere come potrebbe essere Seedorf. Van Basten? Siamo tutti innamorati della persona, Marco è una persona splendida, non capisco come non possa essere accostato al Milan. Da cosa nasce il rapporto Berlusconi-Seedorf? Mi ricordo quando ad una festa gli prese il microfono e cominciò a cantare, parla tante lingue. Con Seedorf siamo venuti un po’ alle mani nel 2004, da quell’episodio cambiò tutto, diventammo molto legati, c’è stato un precedente tra Van Basten e Tassotti, da lì è nata l’amicizia tra i due e Marco viene a trovarlo in Italia“.

Fabio Alberti – www.milanlive.it