CALCOMERCATO MILAN ALLEGRI NOSOTTI / Il noto giornalista Sky Sport Marco Nosotti parla ai microfoni di Sky Sport del futuro sulla panchina rossonera, cercando di sciogliere i dubbi sul possibile candidato per il post Allegri.

Marco Nosotti, questa incertezza per la panchina è anomala per il Milan

Situazione strana, non da Milan. Vedo un Allegri imprevedibile, che fino all’ultimo vuole capire cosa può ancora ricevere dal Milan per non andare alla Roma. I rossoneri però devono scegliere e con Allegri l’anno scorso si è iniziata la rivoluzione, assecondando l’azienda e facendo molto bene. A mio avviso merita di restare”.

Il rischio è un’altra stagione in bilico

Allegri infatti vuole certezze e acquisti mirati sul mercato e rassicurazioni a riguardo non ne ha avute. Sono spiazzato da questo tira e molla, bisogna decidere in fretta per poi intervenire sul mercato. Ripeto, per me Allegri ha fatto un grande lavoro e il terzo posto non era dovuto nemmeno con l’arrivo di Balotelli. Galliani sta facendo un grande lavoro di mediazione, ma non mi stupirei se Allegri stesse fermo un anno”.

Credi ci sia una possibilità che Allegri rimanga?

La priorità del tecnico è quella, ma con la certezza del posto e senza essere messo in discussione ogni settimana. Una squadra come il Milan va rinforzata e ci vuole tempo per farla crescere. Questo stand-by mi sembra una partita di poker dove al tavolo ci sono giocatori abilissimi. Devo dire che questo ritardo personalmente lo interpreto come un allontanamento fra le due parti”.

La Roma intanto aspetta, ma anche nella Capitale c’è fretta

Esatto, tutti dovranno prendere in fretta una decisione. Certo, alla Roma ci sono i soldi e giocatori importanti. Il che per Allegri sarebbe molto stimolante. Ma non c’è un dirigente come Galliani, che lavora al suo fianco, lo difende e lo asseconda. Dovrà pensarci bene e in ogni caso Allegri non ne farà una questione di soldi”.

C’è anche la possibilità che vada via Tassotti?

Diciamo che non mi meraviglierei se andasse via. Con Allegri si è instaurata un’ottima intesa e davvero l’allontanamento del tecnico potrebbe far sì che dopo oltre 30 anni Tassotti lasci il Milan”.

Vedi bene Seedorf sulla panchina del Milan?

Berlusconi in passato ha avuto intuizioni grandiose, ma non credo che Seedorf sia la scelta migliore. Certo, il carisma che ha è indiscutibile, ma allenare tutti i giorni è differente”.

Fabio Alberti – www.milanlive.it