Milan » editoriali » Berlusconi a gennaio: “El Shaarawy simbolo del Milan, non partirà”. E’ cambiato qualcosa?

Berlusconi a gennaio: “El Shaarawy simbolo del Milan, non partirà”. E’ cambiato qualcosa?

BERLUSCONI EL SHAARAWY – Il 7 gennaio 2013 Silvio Berlusconi è stato ospite su Antenna 3 della trasmissione Lunedì di rigore condotta da Davide Ravezzani.
Alla prima domanda in cui gli si chiedeva di rassicurare i tifosi sul fatto che Stephan El Shaarawy per ragioni di bilancio non sarebbe stato sacrificato dal Milan ha così risposto: “Posso garantire nella maniera più assoluta che abbiamo avuto la capacità e anche la fortuna di incocciarci in un campione e in una persona umanamente ricca come questo ragazzo che secondo me è già diventato un simbolo del Milan e perciò immagino – come è stato nel passato per i vari Maldini, Baresi eccetera – che possa far parte sempre della nostra storia futura. Non ci saranno ragioni di bilancio possibili, mai“.
Di seguito vi riportiamo il video con l’intervento del presidente onorario del Milan.

Negli ultimi tempi si sta parlando con insistenza della possibilità che El Shaarawy venga ceduto e in tanti si domandano il perché, visto e considerato che il Faraone è uno dei pupilli del presidente e idolo di tanti tifosi. Oltre al fatto che ha trascinato la squadra per tutta la prima parte di stagione dimostrando di essere un potenziale campione. La sua cessione sarebbe inspiegabile.
Sarebbe opportuno che Berlusconi, come fece a gennaio, tornasse ad esporsi sull’argomento e rassicurasse i tifosi.

Matteo Bellan – www.milanlive.it