Milan » Milan News » Allegri: “Matri? Il mercato dipende da domani, servirà un atteggiamento diverso”. Montolivo: “Col Verona troppo brutta per essere vera”

Allegri: “Matri? Il mercato dipende da domani, servirà un atteggiamento diverso”. Montolivo: “Col Verona troppo brutta per essere vera”


CONFERENZA ALLEGRI E MONTOLIVO – Di seguito le principali dichiarazioni di Allegri e Montolivo nella conferenza stampa pre-PSV Eindhoven.

ALLEGRI
Matri? Alla vigilia di una partita così importante, non ho voglia di parlare di mercato. La partita di domani risulta fondamentale anche per il mercato. Se il mercato rimane così vuol dire che domani non ci qualifichiamo. Dalla partita di domani passa pure il mercato. Domani non dovrà mancare un atteggiamento propositivo, come a Verona. Affrontiamo una squadra che gioca bene, ci hanno procurato delle difficoltà all’andata. Non dovremo pensare a quel risultato, l’unico modo sicuro per affrontare il turno è non prendere gol. Non bisogna pensare al risultato, ma cercare di vincere. Anche se non sarà facile. Contro una squadra che crea molto non possiamo pensare di giocare una partita difensiva, dovremo pensare ciò che è successo a Verona e migliorare la prestazione di Eindhoven. Domani dovranno vincere, sarà una partita molto aperta. Bisognerà migliorare la fase difensiva come squadra, alcune volte subiamo troppo. Robinho? E’ un giocatore che ha fatto molto bene, per lui l’anno scorso è stato particolare. Quest’anno sarà importante, come per tutti noi. Formazione? Dovremo fare meglio dell’andata. Non cambieremo qualcosa. Non ho attaccato al muro nessuno, è tutto occupato dagli stipetti. Dagli errori bisogna ricavare il positivo. Questa squadra ha fatto un ottimo pre campionato, occorre annullare questi atteggiamenti. Sono sicuro che domani la squadra farà una buona partita. Ci sono delle cose che vanno migliorate sotto tutti i punti di vista. Col Verona? La squadra nel secondo tempo ha avuto l’atteggiamento sbagliato, nel momento in cui siamo andati in vantaggio c’è stato un errore di lettura. Non ci vuole un atteggiamento da presuntuosi, la presunzione è sinonimo di ignoranza. Questo fa parte della crescita di alcuni giovani, ma la crescita va fatta velocemente. in pochi giorni si diventa vecchi. la squadra deve giocare come ha sempre fatto e come ha fatto nel pre campionato e nella gara di andata. Si può sbagliare partita tecnicamente, ma non si può sbagliare l’atteggiamento. Una volta che si ha questo, la squadra farà una grande partita e riuscirà a passare il turno. Non si può pensare di vincere le partite giocando solo di fioretto, anche perché poi ne va del prestigio di tutti. Giocare la Champions è differente che giocare l’Europa League. Credo di avere un gruppo di ragazzi responsabili, che hanno capito lo sbagli di Verona. Che ci servirà per il proseguio della stagione”.

MONTOLIVO
“La sconfitta col Verona? Ne abbiamo parlato dal fischio finale, eravamo delusi. C’è grande voglia di rivincere e dimostrare che non siamo quelli di sabato a Verona. Dobbiamo mettere da parte la scorsa stagione, il nostro girone di ritorno è un punto di partenza. La partita di sabato è stata brutta per essere vera. La cosa più sbagliata è stata l’atteggiamento, c’è poco da stare a chiacchierare e fare proclami. Nel bene e nel male c’è subito una partita da giocare, lasciamo perdere tutto e giochiamo. Non siamo scemi, dobbiamo pensare all’avversario. Sono arrabbito e siamo tutti arrabbiati, l’atteggiamento è qualcosa di imprescindibile. La gara di sabato deve esserci di lezione. Sabato c’è poco da da differenziare, l’atteggiamento è stato sbagliato da parte di tutti. Sappiamo dell’importanza di questa partita, dobbiamo giocare per il nostro orgoglio: è una situazione di prestigio. La difesa? Se prendi gol non dipende dalla difesa, è una questione di collaborazione fra reparti. E’ vero, abbiamo avuto disattenzioni: è una partita e vogliamo che rimanga tale. Ljajic? Alla vigilia di una partita così importante non mi interessa. Sono uno spettatore come gli altri, ho la testa alla partita col Psv. Io capitano? Sicuramente noi dobbiamo dare qualcosa in più. La partita di sabato è stata sbagliata. Noi più esperti non possiamo permetterci di sbagliare questi errori, insieme ai miei compagni cercheremo di trasmettere questi valori”.”.

La redazione di Milanlive.it