MILAN MATRI – Alessandro Matri ha esordito questa sera subentrando a Robinho nel corso di Milan-Cagliari.
Ecco le sue parole a Premium Calcio: “Ho trovato il Milan come lo avevo lasciato 9 anni fa. Organizzazione, squadra è tutto perfetto, per fare bene. E’ stato un vantaggio segnare subito, la partita di Champions ha portato sicuramente stanchezza. Sosta che fa bene per recuperare”.

Ha poi aggiunto: “Balotelli? Lo conosco, mi integrerò con lui e gli altri. L’importanza di Kakà è indiscutibile, tutta la squadra vuole che giochi qui, c’è speranza”.

Un commento su Conte: “Probabilmente facevo lavoro sporco, ho apprezzato le sue frasi. Le vittorie non di costruiscono solo nel campo, ma anche fuori. E io ero un bel pezzo anche fuori dal campo”.

 

Matri ha parlato anche ai microfoni di Milan Channel: “Mi son trovato bene, l’ingresso in campo è stata una bella emozione, essere accolto così è sempre bello e spero di ripagare presto i tifosi. Il Cagliari fa un po’ parte del mio destino, non è la prima volta che mi capita di incontrarlo nelle partite dopo i miei trasferimenti. Siamo stati bravi ad andare in vantaggio e controllare la partita. Col mister abbiamo parlato, piano piano mi inserirò anche qua perché devo abituarmi a giocare con questi giocatori ma non ci saranno problemi. Conte? Non sono qui per giudicare, un giocatore può essere importante anche fuori dal campo, io ho costruito un bel rapporto con i miei compagni. Balotelli? Secondo me siamo compatibili, a Mario piace molto girare per il campo, è bravo palla al piede, senza palla, a me piace più conquistare dentro l’area che uscire, così Mario avrebbe più possibilità di uscire. Kakà? Se si farà saremo contenti perché i campioni sono sempre ben accetti. Lo scudetto? Siamo alla seconda di campionato, è un po’ presto”.