Milan » Milan News » Allegri: “Kakà in buona condizione, entusiasmo da ragazzino, El Sha un caso inesistente, Matri o Binho al fianco di Balo”

Allegri: “Kakà in buona condizione, entusiasmo da ragazzino, El Sha un caso inesistente, Matri o Binho al fianco di Balo”

MILAN ALLEGRI – Di seguito le principali dichiarazioni di Allegri durante la conferenza stampa pre-Torino-Milan.

SU KAKA’“E’ in una buona condizione fisica, si è allenato con l’entusiasmo di un ragazzino. Credo sia emozionato per il debutto di domani. E’ normale che gli manca il ritmo partita, a questo ci arriveremo in modo graduale. Ha delle accellerazioni micidiali. E’ stato un ottimo acquisto. Si gestisce come dovrebbero fare tutti i giocatori. Quando passa l’età si diventa più maturi. A parte l’entusiasmo, è un giocatore carismatico e che ha fatto fare un salto di qualità a livello tecnico. Può giocare come centrocampista, sta bene. Kakà anche in regia? Considero il trequartista un centrocampista. Kakà può tranquillamente fare questo ruolo. Rispetto alle sue caratteristiche, alle partite che ha sempre giocato sino ad ora, può essere un ruolo più nuovo. Lo può fare, è un ragazzo calcisticamente intelligente”.

SULLA PROBABILI FORMAZIONE“Probabilmente parte da titolare Kakà. Poi devo valutare chi far giocare tra Matri e Robinho di fianco a Balotelli. Stanno tutti bene, abbiamo un bel parco attaccanti. E di questo sono contento, bisogna cercare di essere al massimo in ogni partita. Robinho è pronto e sta bene, ha trovato il gol. Ho solo da scegliere chi prima e chi dopo andrà in campo. Balotelli ha fatto una grande partita in nazionale. Può fare tranquillamente il centravanti, delle volte si defila e su questo deve migliorare. Matri ha le stesse caratteristiche di Pazzini. Matri g arantisce una variabile importante, così come Binho ed El Shaa. Dipende da come indovinerò la partita”.Difesa? Ringrazio Zaccardo perché non ha accettato nessun trasferimento, altrimenti eravamo ridotti a giocare con un centrocampista terzino. Ma così è meglio. Poi ci sarà Mexes-Zapata e uno tra Emanuelson e Costant. I numeri dal 6 gennaio dello scorso anno, la difesa ha subito pochi gol. Bisogna migliorare solo alcuni errori, come quelli di Verona e contro il Cagliari. Subiamo dei gol che si possono evitare. Ho dei giocatori nel reparto difensivi che sono affidabili. Giocatori migliori dei nostri non è facile trovarli”.

SU EL SHAARAWY“Intorno a lui si sta creando un grande problema, ha giocato tutte le partite tranne quelle col Cagliari. Per stare in una grande squadra non si deve temere la concorrenza”.

SUL SUO STATO D’ANIMO “Sullo stato d’animo del Mister: Sono sempre stato sereno. Normale che avevamo la partita che valeva una stagione. E’ normale che ci fosse un po’ di tensione. Ora la squadra si è aggiustata, poi quando si chiude il mercato finiscono le voci sulle partenze. Ora dobbiamo fare una grande annata, indietro di tre punti rispetto a chi deve lottare per i primi tre posti. La Nazionale? Per qualunque allenatore l’ambizione di allenare la nazionale sia normale. In questo momento sono al Milan e voglio stare al Milan. Adesso c’è Prandelli e credo che tutto rimanga così”.

SUL PRANZO CON BARBARA BERLUSCONI“Sono molto contento, posso sempre interfacciarmi sia con la proprietà che con la società. Così posso analizzare questa prima parte di stagione e c’è sempre del sostegno morale. Mai mancato da parte di Barbara e Silvio Berlusconi”.

SU CERCI“E’ un giocatore che ha grande qualità, ha un ottimo sinistro. Può giocare come seconda punta o insieme a un’altra punta, è il giocatore più pericoloso”.

La redazione di Milanlive.it