Milan » Milan News » Allegri: “Dubbi sul modulo, dura giocare con la Curva chiusa, Balotelli ha penalizzato tutti ma gli arbitri lo devono tutelare”

Allegri: “Dubbi sul modulo, dura giocare con la Curva chiusa, Balotelli ha penalizzato tutti ma gli arbitri lo devono tutelare”

FBL-ITA-EUR-C1-MILAN-ANDERLECHT

BOLOGNA MILAN ALLEGRI CONFERENZA – Di seguito le principali parole di Allegri nella conferenza pre-Bologna-Milan.

SUL NAPOLI“La squadra ha fatto bene, ha creato molto, ha anche sbagliato un rigore. Dobbiamo ripartire da qui, abbiamo cancellato le brutte prestazioni tecniche con il Verona e il Torino. Piano piano recupereremo gli infortunati, questa dovrebbe essere l’ultima settimana in emergenza. Dobbiamo fare punti nelle prossime due partite. Il finale di gara? Io sono andato come al solito subito negli spogliatoi, non so cosa sia successo. Comunque queste cose non devono succedere mai dopo una partita. Se uno è arrabbiato dovrebbe andare via e basta. Qualcuno doveva fermare Balotelli prima? Non possiamo fare i processi sulle intenzioni. Mario ha sbagliato, deve crescere in modo da non sbagliare più. Il Milan sta facendo di tutto per aiutarlo, lui deve avere i comportamenti da campione”.

SULLA FORMAZIONE“Con fuori Pazzini, Balotelli ed El Shaarawy, ho solo tre attaccanti. Il mio dubbio è se far giocare Birsa dietro le punte o Niang a destra. A centrocampo invece devo decidere se mettere Nocerino per far riposare Muntari. La nostra condizione? Siamo al 4% perchè abbiamo quattro punti”.

SU BALOTELLI“Dobbiamo giocare da squadra. Domenica ha avuto un atteggiamento sbagliato con l’arbitro. Balotelli ha sbagliato domenica, ha penalizzato squadra, società e tifosi. Allo stesso tempo però gli arbitri devono tutelare Mario, perchè i falli che ha subito domenica forse ad un altro giocatore sarebbe stati fischiati tutti. Balotelli ha 23 anni ed è potenzialmente un campione. Ma per essere un campione serve anche avere un atteggiamento giusto, anche perchè è un esempio per tutti. I giocatori del Milan non possono avere certi atteggiamenti, dopo il fischio finale non si possono cambiare le partite. Multa a Mario? E’ una decisione che spetta alla società. Il non ricorso? E’ una decisione forte, la società ha grande rispetto per la classe arbitrale e facendo questo lo ha dimostrato. Credo al buon senso di Mario di capire che è un anno importante per lui ed è in una situazione in cui non può sbagliare. Fino a questo momento si era sempre comportato bene, spero che quello che è successo domenica gli serva da lezione. E io spero di potergli dare una mano. Abbiamo parlato sia con lui che con tutta la squadra, in questo momento però la squadra va messo davanti ai singoli”.

SU SAPONARA“Non è stato convocato perchè in partitella ha avuto un problemino al ginocchio sinistro e domani verranno fatti degli accertamenti”.

INIZIO DIFFICOLTOSO“Abbiamo lavorato per i Playoff e abbiamo raggiunto questo obiettivo vitale per noi. In Champions abbiamo inizaito con una vittoria, mentre in campionato abbiamo avuto qualche difficoltà. Serve pazienza, le valutazioni vanno fatte a fine anno quando si sa se gli obiettivi stagionali sono stati raggiunti. Quest’anno sarà più difficile dell’anno scorso perchè ci sono tante squadre che si sono rinforzate”.

SU ABBIATI“Non sono preoccupato, Abbiati in questi quattro anni è sempre stato decisivo nei momenti importanti”.

SULLA CHIUSURA CURVA“Giocare senza di loro non è facile perchè ci sono sempre stati vicini anche nei momenti di difficoltà”.

La redazione di Milanlive.it