Milan » Milan News » Allegri: “Raiola deve gestire Balotelli, titolari De Sciglio, Gabriel e Zaccardo, 4-3-3 modulo migliore, con Berlusconi…”

Allegri: “Raiola deve gestire Balotelli, titolari De Sciglio, Gabriel e Zaccardo, 4-3-3 modulo migliore, con Berlusconi…”

allegri

ALLEGRI CONFERENZA STAMPA – Ecco la conferenza di stampa di Allegri pre-Milan-Lazio.

SUL PARMA“Col Parma abbiamo preso due gol a fine primo tempo e un altro in fotocopia a fine partita. Non abbiamo preso neanche un punto, potevamo uscire da Parma con un pareggio dopo un buon secondo tempo. Bisogna cercare di eliminare gli errori, quello che in questo momento ci sta penalizzando molto. Abbiamo due partite in casa difficile: domani affronteremo la Lazio, nonostante il passo falso di Bergamo, che sta attraversando un ottmo momento. Loro sono molto bravi, sarà importante fare risultato. Il calcio è fatto di errori. Il Milan non ha avuto un brutto approccio alla partita. Abbiamo preso gol in contropiede. Dobbiamo eliminare gli errori che al momento ci penalizzano. La squadra ha lavorato bene in mezzo al campo”.

SU BALOTELLI“Io lo valuto per quello che fa sul campo. A Parma non ha fatto una buona partita e l’ho tolto. Domani farà una buona partita, va lasciato in pace. Si parla troppo della sua vita privata. Lui è un personaggio mediatico. Balotelli è un giocatore del Milan, può capitare di giocare male. La gestione di Balotelli la deve fare Raiola. Il cartellino di Balotelli è del Milan. Io devo pensare a fare risultati”.

SULLA FORMAZIONE“Abate a destra, Zapata e Zaccardo in mezzo e De Sciglio a sinistra. In porta gioca un portiere. Gabriel domenica ha fatto una bella partita. E’ un ragazzo giovane, in crescita. La mia è una scelta tecnica. Finché non rientra Abbiati, in porta gioca Gabriel. Domani Christian non rientrerà”.

SUL POSSIBILE 4-2-3-1“E’ un anno e mezzo che lavoriamo su un sistema di gioco: coi quattro dietro e i tre in mezzo. Questa è la soluzione migliore, il 4-3-3”.

SU BERLUSCONI “L’ho sentito prima della sfida di Parma e penso lo sentirò più tardi o domani. Con lui il rapporto è ottimo anche se ci sono visioni diverse. Fino a questo momento i risultati li ho sempre ottenuti. La squadra uscirà da questo momento. La società e il Presidente è sempre vicino alla squadra. Dobbiamo cercare di lavorare e di concentrarci su quello che dobbiamo fare. I risultati non sono quelli che abbiamo previsto all’inizio del campionato””.

SUGLI ERRORI ARBITRALI – “Galliani ha espresso in modo chiaro quello che è successo domenica. Tutti dobbiamo seguire la linea della società. Gli errori ci sono stati. Come squadra ci stiamo comportando in modo corretto. Possiamo dire che non siamo stati fortunati in queste prime nove giornate”

SULLA CLASSIFICA “Come squadra dobbiamo trovare un equilibrio, dobbiamo essere bravi e non dare niente per scontato. Su questo bisogna lavorarci. La classifica? A Natale sarà diversa. Stanno rientrando gli infortunati. Non è una questione di approccio o mentalità, altrimenti è riduttivo. Vanno migliorati anche aspetti tattici e tecnici”.

SUL SUO FUTURO“Quando si allena il Milan e mancano i risultati, la responsabilità è dell’allenatore. Cercherò di far uscire la squadra da questo momento. Va fatto con serenità ed equilibrio. Quando un allenatore non fa i risultati è sempre a rischio. In questo momento è normale che venga messo in discussione”.

SU KAKA’“E’ un giocatore che deve trovare la condizione migliore rispetto a quella che ha ora per avere nelle gambe una partita ogni tre giorni. Cerco di gestirlo nel migliore dei modi. E’ un valore aggiunto a livello tecnico e morale per il Milan. Io quest’estate sono rimasto al Milan perché avevo il mio contratto e perché avevo il lavoro iniziato lo scorso anno da portare a termine. Il campionato della Roma lo scorso anno è stato anomalo”.

La redazione di Milanlive.it