Milan » editoriali » Champions League, Barcellona-Milan 3-1: voti e pagelle del match

Champions League, Barcellona-Milan 3-1: voti e pagelle del match

FC Barcelona v AC Milan - UEFA Champions League

UCL FASE A GIRONI – GRUPPO H | 4^ GIORNATA

Risultato finale: Barcellona-Milan 3-1

Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piqué, Mascherano, Adriano; Xavi, Busquets, Iniesta; Sanchez, Messi, Neymar. All.: Martino
A disposizione: Pinto, Montoya, Puyol, Fabregas, Song, Tello, Pedro.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Jordi Alba, Afellay, Cuenca, Dos Santos.

Milan (4-4-1-1): Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Constant; Poli, Montolivo, De Jong, Muntari; Kakà; Robinho. All.: Allegri.
A disp.: Coppola, Zaccardo, Bonera, Birsa, Emanuelson, Balotelli, Matri.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Pazzini, El Shaarawy, Silvestre, Nocerino, De Sciglio, Amelia.

Marcatori: 30′ Messi (R.); 40′ Busquets; 45′ Aut. Pique; 83′ Messi.
Ammoniti: Abate, Muntari, De Jong, Sanchez.
Espulsi: /

Arbitro
Milorad Mažić
(SRB) voto: 5 (Un primo tempo da dimenticare per lui e i suoi collaboratori. Rigore regalato a Neymar e gol in offside di Busquets).

Guardalinee
Milovan Ristić (SRB) voto: 5
Dalibor Djurdjević (SRB) voto: 5

Assistenti arbitrali aggiunti
Danilo Grujić (SRB) voto: 6
Miodrag Gogić (SRB) voto: 6

UOMO PARTITA MILANLIVE: Andrès Iniesta !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

– B a r c e l l o n a –

187132469

| Valdes voto: 6 | 

| Dani Alves voto: 6+ | Pique voto: 6,5 | Mascherano voto: 6,5 | Adriano voto: 6 | 

| Xavi voto: 6,5 | Busquets voto: | Iniesta voto: 7 (Dal 78′ Fabregas 6,5)|

| Sanchez voto: 6+ (Dall’86’ Pedro 6) | Messi voto: 6,5 | Neymar voto: 6+ | 

| All. Martino voto: 6 | 

– M i l a n –

Abbiati 6,5: Decisivo in ben due occasioni, entrambe nel secondo tempo: la prima su Iniesta al 59′ e la seconda al 74′ su Sanchez che da distanza ravvicinata viene murato dall’estremo difensore rossonero che gli nega il gol con la mano sinistra. Nulla può sui 3 gol subiti.

Abate 5,5: Ingenuità colossale in occasione del rigore concesso dall’arbitro su Neymar. Se è verissimo che quest’ultimo si butta, è anche vero che Abate lo sfiora con la mano inducendo l’arbitro a sbagliare. Abbaglio dell’arbitro ma ingenuo Abate. Nel primo tempo rimane troppo bloccato in fase difensiva a causa degli avversari e del loro possesso palla ipnotico ma si rende protagonista in un paio di chiusure fondamentali. Stesso discorso vale per la ripresa nella quale però si stacca maggiormente dalla fase difensiva aiutando di più i compagni in avanti.

Zapata 6: Buona la prestazione del “sempre presente” colombiano che fa quel che può per arginare i velocisti e i frequenti inserimenti dei padroni di casa.

187132715

Mexes 6,5: Il migliore in assoluto dei 4 di difesa. Ritorna al centro della difesa e sbaglia davvero pochissimo. Sempre attento e concentrato su Messi e compagni. Quando vuole, può!

Emanuelson 6: A sorpresa schierato terzino a sinistra, gioca una buona partita in fase di contenimento: sempre pronto a chiudere il campo in ampiezza e affrontare Dani Alves e Sanchez. Nullo o quasi in fase offensiva.

Poli 6: Il mister gli dà dei compiti ben precisi e lui fa di tutto per eseguirli nel migliore dei modi. Sempre pronto ad andare in profondità e sempre pronto a chiedere gli spazi andando in aiuto di Abate. Una partita di grande sacrificio. Esce stremato al minuto 74.
Dal 74′ Birsa 5,5.

Montolivo 6,5: Super la prestazione di Capitan Montolivo, sempre attento a chiudere tutti gli spazi e ad intercettare i passaggi avversari. Reattivo e lucido nel tenere palla anche in condizioni avverse. Detta i tempi di gioco ai compagni in fase di uscita ma la pochezza offensiva dei rossoneri limitano il “Caravaggio” nelle sue verticalizzazioni.

De Jong 6,5: Fase di contenimento perfetta per l’olandese che, così come Montolivo, eregge una diga in mezzo al campo. Prova ne sia che il Barcellona soffre nella zona centrale del campo a creare occasioni. Non a casa i Catalani sbloccano la partita grazie ad un rigore furbescamente cercato da Neymar che si lancia in area nemmeno fosse in piscina, e raddoppiano con un colpo di testa da calcio piazzato peraltro in netta posizione di offside.

Muntari 6-: Non una partita esaltante per lui che prova a fare meno danno possibile in mezzo al campo. Nullo in fase offensiva, appena sufficiente la sua fase difensiva.

Kakà 6: Nel primo tempo cerca sempre la giocata più facile eccetto in un occasione, al 45′ dalla quale nasce il gol del Milan, complice una decisiva deviazione di Piquè dopo un cross rasoterra proprio del brasiliano. Nella ripresa tenta in più occasioni qualche giocata: a metà del secondo tempo avrebbe l’occasioni di sfoderare il destro da posizione favorevole ma non se la sente e perde palla sprecando un occasione decisiva.
Dall’84’ Matri s.v.

187132155

Robinho 5: Schierato a sorpresa al centro dell’attacco rossonero da Mister Allegri, il brasiliano butta via un primo tempo nel quale non tocca quasi mai il pallone senza riuscire a creare il minimo pericolo alla difesa avversaria.
Dal 45′ Balotelli 5: Ci si aspettava di più dal suo ingresso in campo. Inizia bene la sua gara liberandosi dentro l’area di due giocatore ma il suo tiro-cross è preda di Valdes. Al 64′ sfodera la sua velocità mista alla forza fisica liberandosi alla grande di Adriano, puntando e saltando due avversari ma il cross in mezzo finisce sui piedi di Kakà che spreca. Dopo quest’ultima azione, nulla più per il 45 rossonero che è vero che ci ha provato, ma contro una difesa molto larga come quelle Blaugrana, poteva e doveva fare di più.

All. Allegri 6: Emanuelson e Robinho sono le sue mosse a sopresa, la prima gli va bene, la seconda un po’ meno. Rimedia all’errore togliendo a fine primo tempo il brasiliano e inserendo balotelli che non fa ciò che il mister avrebbe sperato. In compenso la squadra dietro gioca un ottima partita, grande attenzione dei due al centro della difesa (Zapata-Mexes) e dei due davanti la difesa (Montolivo-De Jong) i quali risultano tra i migliori del match. Da loro deve ripartire il Milan, da una fase difensiva ordinata e attenta. Da una squadra corta e coi reparti vicini. Ricordiamo che il Barcellona è pur sempre il barcellona e ha siglato i primi due gol in maniera piuttosto dubbia. Il Milan in fase offensiva doveva proporre qualcosa in più, ma ogni tanto, guardiamo il bicchiere mezzo pieno!

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it