Milan » Milan News » Allegri: “Solidarietà alla Sardegna, Kakà trequartista se sta bene, Matri o Binho in attacco, El Sha a Catania”

Allegri: “Solidarietà alla Sardegna, Kakà trequartista se sta bene, Matri o Binho in attacco, El Sha a Catania”

allegri

ALLEGRI CONFERENZA STAMPA – Eccovi la conferenza stampa di Allegri pre-Milan-Genoa.

SOLIDARIETA’ ALLA SARDEGNA“Innanzitutto vorrei esprimere la mia solidarietà alla Sardegna e alla popolazione sarda, dove ho giocato e allenato. Sono convinto che i sardi sapranno rialzarsi e a ritornare a vivere una vita normale, anche se in questo momento non è facile”.

SUL GENOA“Troveremo un Genoa in ottime condizioni, noi abbiamo l’obbligo di vincere. Domani vogliamo tornare al successo che non otteniamo dalla gara con l’Udinese. Loro hanno trovato il giusto equilibrio e con Gasoperini sono molto organizzati. Noi abbiamo lavorato bene in queste due settimane, i Nazionali hanno fatto delle buone partite e ora siamo tutti insieme per vincere questa partita”.

SU KAKA’“A Berna ha giocato davanti alla difesa perchè avevo bisogno di qualità in quella zona e Cristante in questo momento fa fatica a giocare in quella zona di campo. Può giocare davanti alla difesa, ha la qualità ma lui è un trequartista e se starà bene giocherà dietro le punte. Domani avrò a disposizione Poli, De Jong, Muntari, Cristante e Constant che può fare la mezzala. Riccardo mancherà, ma giocherà un altro al suo posto. E’ un ottimo giocatore che sta facendo bene. Domani dobbiamo vincere indipendentemente da chi ci sarà e chi non ci sarà”.

SULLA FORMAZIONE“Devo decidere chi giocherà al fianco di Balotelli tra Robinho e Matri. Bonera? Sta meglio, ma domani giocano ancora Zapata e Mexes. Constant o Emanuelson? Constant visti i pochi centrocampisti a disposizione potrebbe servirmi anche a gara in corso come mezzala”.

SU BALOTELLI“Fino a questo momento ci sono mancati diversi giocatori tra squalifiche e infortuni. In Nazionale ha fatto bene, si è allenato bene e lo vedo sereno. Al Milan si sente sotto pressione tutti i giorni, in Nazionale invece meno”.

SU EL SHAARAWY “Sta correndo, speriamo di averlo con la squadra già nella prossima settimana. E’ stato fermo 45 giorni, deve ritrovare la condizione ottimale. Stephan è importante per noi, la sua posizione migliore è quella di giocare attaccante esterno. El Sha e De Sciglio convocati per Celtic? E’ ancora da valutare, El Shaarawy ha più possibilità, ma è difficile. Più probabile che torni a Catania”.

CONTESTAZIONE TIFOSI – “Non bisogna avere queste paure. I tifosi ci sono sempre stati vicino, domani dovremo essere noi a trascinarli. Se poi giochiamo male è giusto che ci fischino, da parte del gioco”.

RINCORSA CLASSIFICA“In questo momento guardare le altre squadre non serve a nulla, abbiamo solo 13 punti e sono pochi. Abbiamo tempo per rimediare, ma in Italia tutte le partite sono difficili, soprattutto per noi in questo periodo”.

VOCI PANCHINA“Le sento da 4 anni. So di non poter rimanere qui a vita, nella vita ci sono dei cicli che iniziano e finiscono. Gli allenatori non sono eterni. In Italia ci sono tanti bravi allenatori che stanno crescendo. Inzaghi sta facendo bene con la Primavera, Seedorf sta giocando ancora. La gavetta è fondamentale? Mancini non l’ha fatta ed è diventato un grande allenatore. Io sono contento di quello che ho fatto nella mia carriera e del mio percorso”.

La redazione di Milanlive.it