Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Bucchioni e la società del futuro: “Arriverà Pietro Leonardi”

Calciomercato Milan, Bucchioni e la società del futuro: “Arriverà Pietro Leonardi”

Parma FC v US Sassuolo Calcio - Serie A
CALCIOMERCATO MILAN LEONARDI- Enzo Bucchioni ha analizzato nel suo editoriale la situazione di casa Milan: “La battuta di Barbara Berlusconi “Galliani sarà per sempre nel Milan, nella Fondazione Milan” non è niente male. I sorrisi stemperano le situazioni più difficili, ma le strategie per disegnare il Milan del futuro sono ormai chiarissime. Lady B. ha già ottenuto il primo sì importante per ricostruire la società dalle fondamenta immettendo ex giocatori del Milan degli Invincibili in posti-chiave. Nei giorni scorsi la futura presidentessa rossonera ha incontrato Paolo Maldini ed ha avuto l’ok di massima da una delle grandi bandiere milaniste. Maldini è stato il primo ad essere contattato perché l’ex difensore aveva già avviato un discorso con il Paris Saint Germain su consiglio di Leonardo. Prima che la trattativa andasse in porto, Barbara si è inserita per proporre a Paolino la responsabilità dell’intera area tecnica. Una sorta di direttore generale che sovraintenda all’acquisto dei giocatori, alla formazione delle squadre, settore giovanile compreso. Naturalmente anche l’uomo di contatto tra l’allenatore e la società. Il ruolo piace molto a Maldini che non si vede dietro una scrivania, ma come dirigente più vicino al campo e ai giocatori. Tra l’altro ha sempre avuto un ottimo rapporto con Seedorf, l’allenatore designato. Importante sarà anche la ricostituzione dell’intero settore dello scouting per avere una rete internazionale di osservatori in grado di suggerire l’acquisto di giovani talenti. Nel team tecnico è prevista anche la figura di un direttore sportivo. Il Milan aveva pensato a Daniele Pradè della Fiorentina, ma il dirigente preferisce rimanere a Firenze dove in coppia con Macia ha impostato un grande lavoro vicino a cogliere i primi frutti. In sostanza gradirebbe andare fino in fondo con il progetto avviato dai Della Valle. Per questo l’attenzione rossonera si è spostata su Pietro Leonardi del Parma. Dirigente giovane, ma con già grande esperienza con Moggi alla Juventus, poi con l’Udinese di Pozzo prima di approdare a Parma. Leonardi ieri ha negato tutti i contatti parlando alla squadra, ma non può fare altrimenti. Il passaggio avverrà più avanti, quando la situazione del Parma sarà tranquilla e il campionato nella seconda fase. Il presidente Ghirardi ha già detto che non bloccherà in alcun modo la carriera del suo direttore sportivo. L’affare si farà. Per la carica di direttore generale in pole-position c’è sempre Demetrio Albertini, giovane ma da anni dietro la scrivania, ora vicepresidente della Federcalcio. Si sta pensando anche a Michele Uva, da poco direttore generale della Coni servizi, un grande dirigente sportivo. La decisione a breve. E Galliani? Milanisti doc stanno cercando di convincerlo ad accettare un incarico politico, a cominciare dal Parlamento Europeo nella prossima primavera, un po’ come era successo a Boniperti della Juve. Poi, quando si tornerà al voto anche in Italia, per l’amministratore delegato del Milan potrebbero aprirsi anche le porte del Parlamento e la sua esperienza sarà fondamentale in commissioni e organismi sportivi. E la presidenza della Fondazione Milan non gliela toglierà nessuno”.