Milan » Milan News » Milan, Montolivo: “Qualificarsi era vitale. Il mio intervento su Poulsen? Involontario”

Milan, Montolivo: “Qualificarsi era vitale. Il mio intervento su Poulsen? Involontario”

AC Milan v Ajax Amsterdam - UEFA Champions League

Riccardo Montolivo, espulso nel primo tempo della sfida contro l’Ajax per un’entrata su Poulsen, è intervenuto ai microfoni di Milan Channel ed ha dichiarato:”Contro l’Ajax è stata una partita molto dura, condizionata dalla mia espulsione, ma la squadra ha messo grande cuore è stata una vittoria vitale. Abbiamo tirato fuori quel qualcosa in più che serviva, sono venuti fuori valori importanti e siamo tutti contenuti di aver passato questo turno. Stiamo facendo due marce diverse, una in Champions League e una in Campionato, dobbiamo cercare cambiare il nostro passo. Cercheremo di dare una svolta a questa stagione.

Sicuramente quello con Poulsen era un contrasto al limite. La mia non volontarietà era chiara. Non sono riuscito a fermare la mia corsa e guardavo solo la palla, ma la mia non volontarietà pensavo fosse chiara. È stato un contrasto di gioco. Sono molto dispiaciuto perché ho lasciato la squadra in dieci, ma i miei compagni sono stati straordinari.

Ho guardato la partita dagli spogliatoi, avevo paura di non passare il turno, sono stati 70 minuti infiniti avrei voluto dare il mio contributo, ma l’arbitro ha deciso così. Alla fine sono contento che non sia stata determinate la mia espulsione.

Il Presidente Berlusconi è unico, così come il suo carisma che è contagioso, ci ha dato sicuramente qualcosa in più la sua visita martedì a Milanello, speriamo che venga più spesso. Una sua frase in particolare non la ricordo, ma il suo modo di essere ci ha trasmesso serenità. Lui ti fa veramente capire cos’ è il Milan e ripeto sarebbe bello venisse più spesso a trovarci.

In Champions non credo che abbiamo avuto fortuna, le prestazioni del Milan sono state quasi sempre all’altezza. Il passaggio del turno è meritato anche perché era difficile. Gli Ottavi sono lontani, mom c’è ancora stato il sorteggio, c’è tempo per pensarci. Le avversarie sono tutte squadre prime in Europa, staremo a vedere cosa succederà, abbiamo dimostrato però di potercela giocare. Speriamo di poter dire la nostra anche se sappiamo che qualunque sia l’avversaria saranno partite difficili. Io sarò squalificato per la prima partita e spero mi diano solo una giornata di squalifica. Siamo orgogliosi di essere l’unica squadra italiana a giocare gli Ottavi di Champions spero che tutti i tifosi di calcio italiani facciano tifo per noi in Europa.

Balotelli ha fatto una partita molto generosa mi ricordo un partita contro la Danimarca in Nazionale a San Siro nel corso della quale siamo rimasti in dieci, Mario aveva fatto quella volta una partita straordinaria. Ieri ha fatto respirare la squadra, quando gioca così diventa davvero immarcabile.

Speriamo di battere la Roma perché vogliamo cambiare la nostra marcia in campionato loro hanno tanta qualità in avanti e il gioco della Roma sta facendo la differenza. Francesco (ndr Totti) è un grandissimo del nostro calcio purtroppo rientra proprio contro di noi, noi cercheremo di fare la nostra partita e di vincerla“.