Milan » Milan News » Galliani: “De Sciglio deve essere un esempio, è costato solo 1000 euro! Dobbiamo tornare ai tempi di Maldini, Baresi, Tassotti…”

Galliani: “De Sciglio deve essere un esempio, è costato solo 1000 euro! Dobbiamo tornare ai tempi di Maldini, Baresi, Tassotti…”

galliani

MILAN GALLIANI – L’ad del Milan, Galliani, in occasione della festa di fine anno del settore giovanile rossonero, ha rilasciato delle dichiarazioni molto interessanti: “La società vuole potenziare il settore giovanile e lo vuole fare anche fuori dal campo. Ogni squadra ha un tutor, i ragazzi sono seguiti anche a scuola. Abbiamo un fil rouge che lega la prima squadra alle altre categorie. Noi vogliamo creare un marchio di fabbrica che venga esteso anche al settore giovanile. Che obiettivo dobbiamo porci? Il settore giovanile deve tornare ad essere quello che era nel 1986 con Costacurta, Filippo galli, Maldini e Baresi che insieme a Tassotti e Chicco Evani hanno vinto 3 coppe dei campioni. Abbiamo rafforzato le squadre con grandi campioni ma nel nostro settore giovanile c’erano giocatori pronti. Abbiamo qui due giocatori DOC che sono Mattia De sciglio e Alessandro Matri che provengono dal nostra settore giovanile. Hanno fatto tutta la trafila. Alessandro ha esordito a Piacenza e poi è tornato. Quello di De Sciglio è il prototipo del percorso che vogliamo. È il prototipo perfetto per un dirigente e per un allenatore. Qualcuno, Bertani, lo trova nel Cimiano ed è costato 1000€. La sera che Montolivo venne preso da noi, eravamo a cena e il papà mi raccontò un aneddoto. Zagatti lo scopri a 7 anni e andò a casa di Riccardo perché aveva capito che sarebbe potuto diventare un ragazzo del settore giovanile. La famiglia decise di mandarlo all’Atalanta perché Zingonia era più vicina a Caravaggio. Poi è arrivato a zero… È costato 1000€ meno di De Sciglio. Dobbiamo portare fino alla prima squadra questi giocatori. Ci sono alcuni club stranieri che hanno più risorse rispetto alle squadre italiana e l’unico impegno è quello di far crescere dei giocatori che siamo dei campioni. Questa è la missione che diamo a chi si occupa di scouting ma anche agli allenatori, i preparatori e gli insegnanti. In breve tempo dobbiamo tornare ai tempi di Galli, Costacurta, Baresi e Maldini”.

La redazione di Milanlive.it