Milan » Milan News » Inter-Milan, Lodetti non vede favoriti: “Servirà un buon Milan”

Inter-Milan, Lodetti non vede favoriti: “Servirà un buon Milan”

FC Internazionale Milano v AC Milan - Serie A
MILAN INTER DERBY- Intervistato da ilveroMilanista, Giovanni Lodetti ha analizzato il derby di Milano

Prima di parlare del derby di domenica sera, cosa ne pensa delle vicende che legano Gattuso e Brocchi al Calcioscommesse?

“Io non credo a tutto questo, Rino è un ragazzo genuino e onesto. Io credo solo che molte volte si debba stare attenti a personaggi che non sono giusti, però sotto questo punto di vista Gattuso non risulta per niente in queste vicende, lo stesso Brocchi”.

Solitamente in un derby è favorita la squadra che attraversa il momento peggiore, questa volta tra Inter e Milan chi è la favorita?

“Nessuno delle due. L’Inter è un po’ avvantaggiata avendo una classifica migliore e può giocare più tranquilla al contrario del Milan. Però non vedo favorite, non vedo una forza superiore alle altre, c’è la giochiamo. Sarà interessante perché si tratta sempre di un derby, meno interessanti sono i traguardi che inseguono le due squadre”.

Tatticamente si pensa all’albero di Natale con Matri-Balotelli e Kakà davanti, secondo Lei è la chimica giusta per vincere?

“Le poche partite disputate da Matri insieme a Balotelli hanno fatto bene a Mario, avendo un punto di riferimento in mezzo. Però è anche vero che Balotelli, giocando centravanti a Livorno, ha fatto due goal e avrebbe potuto farne altri due, quindi non è il compagno vicino che fa la differenza, ma il complesso della squadra che lo aiuta a muoversi meglio”.

Potrebbe essere un derby particolare anche per quanto riguarda le tifoserie, con la squalifica della curva Nord. Che idea si è fatto della vicenda?

“Secondo me ci siamo molto incasinati su questi episodi, non si capisce più niente. Basta un piccolo coro per chiudere una curva, credo che ci sia molta confusione e caos. Bisognerebbe rimanere più tranquilli e rimediare senza finire nelle situazioni come questa”.

Quale traguardo si augura che riesca a raggiungere il Milan nel nuovo anno?

“Mi auguro un gioco migliore e fare più punti. Siamo indietro rispetto ad altre squadre anche in chiave Champions, come abbiamo visto ultimamente. Bisogna mettersi in testa che per competere in campo internazionale le rose vanno rinforzate”.

Cosa ne pensa della sfida agli ottavi di Champions League che ci sarà tra Milan e Atletico Madrid?

“Era una delle squadre che si poteva pensare di prendere insieme al Manchester United e al Chelsea. Abbiamo evitato il Bayern e il PSG e quindi credo che ce la giocheremo. Non bisognerà sottovalutarla perché è un avversario duro, però meglio questo che altro”.