Milan » Milan News » Milan, Giovanni Greco: “Abbiamo avuto un inizio difficile ma la qualificazione agli ottavi di Champions…”

Milan, Giovanni Greco: “Abbiamo avuto un inizio difficile ma la qualificazione agli ottavi di Champions…”

foto palla2
MILAN GIOVANNI GRECO – SpazioMilan.it ha intervistato in esclusiva Giovanni Greco, talento del badminton italiano. Ecco le sue dichiarazioni riguardanti gli inizi della sua carriera e la passione per il Milan: “Ho iniziato a giocare a badminton all’età di 7 anni, seguendo le orme di mio cugino Giovanni Traina (anch’egli professionista), nel centro sportivo di Belmonte Mezzano, in provincia di Palermo. Allenarmi accanto a lui, nella stessa struttura, è stata una grande fortuna. Mi ha dato la possibilità di imparare molto sin da giovanissimo. Il movimento è in crescita e indubbiamente è molto importante il supporto della Federazione. Il PalaBadminton di Milano dove ci alleniamo con la Nazionale, è uno dei migliori centri d’Europa. Dal 2010 lavoriamo con un preparatore atletico dedicato, il Dott. Lorenzo Pugliese e da quest’anno abbiamo un nuovo Direttore Tecnico, Arturo Ruiz, allenatore di alto livello in ambito internazionale. Abbiamo tanto da imparare, ma con questo organigramma possiamo fare bene. Attualmente siamo in Turchia per un torneo internazionale e al momento ho la testa su questa competizione. Sono abituato a ragionare così, passo dopo passo. Mi sto impegnando al massimo per arrivare al Mondiale del 2014 a Copenaghen, con la miglior posizione di ranking possibile. Solo più avanti inizierò a pensare all’Olimpiade di Rio del 2016. Milan? Sapete meglio di me che abbiamo avuto un inizio difficile. La qualificazione agli ottavi di Champions League però, può rappresentare un punto di ripartenza e credo sia frutto principalmente della nostra grande esperienza in campo internazionale. Spero di poter esser a San Siro per il match d’andata. Il derby credo che sia una partita come tutte le altre, se vinci non ti assegnano venti punti ma sempre tre. L’unica cosa che conta davvero è fare una grande prestazione e dare continuità!”.

La redazione di milanlive.it