Milan » Milan News » Primavera, Inzaghi: “Partita straordinaria dei ragazzi, fiero di essere il loro allenatore”

Primavera, Inzaghi: “Partita straordinaria dei ragazzi, fiero di essere il loro allenatore”

AC Milan v Bologna FC - Juvenile Match

Al termine del derby Primavera tra Milan ed Inter Filippo Inzaghi ha fatto le seguenti dichiarazioni catturate da Milannews.it: “Dopo la Coppa Italia non fingevo, giocando così ti può andare male una volta per degli episodi, ma oggi i ragazzi hanno fatto una partita straordinaria. Era bello vederli giocare, oggi ero soddisfatto di essere il loro allenatore. Prima della partita gli avevo detto che in settimana avevano lavorato benissimo e che se avessimo sviluppato bene il nostro 4-3-3 con le nostre combinazioni avremmo creato occasioni. E così è stato. Siamo contenti che la Curva è venuta a vederci, ci hanno dato una grande mano. I ragazzi erano euforici quando li hanno visti arrivare. Siamo contenti, soddisfatti, oggi è giusto che il Settore Giovanile del Milan sia felice per il gioco che abbiamo espresso. Da domani dobbiamo pensare alla prossima partita contro l’Atalanta capolista. Adesso siamo secondi, penso nella posizione di classifica che meritiamo, per quello che proponiamo bene, adesso dobbiamo continuare a fare bene. Le occasioni fallite nel finale? L’unica cosa in cui dobbiamo migliorare è che facciamo pochi gol rispetto alle occasioni che creiamo. Siamo stati bravi, abbiamo preso anche due pali e forse Piccinocchi avrebbe meritato il gol, ha fatto una partita incredibile come tutta la squadra. Oggi fare un nome è difficile. Sapevamo di dover fare una partita così per vincere, l’Inter è una grande squadra, forse è la squadra più forte del campionato. Siamo felici di essere venuti qui, giocato a calcio e meritato la vittoria. Adesso guardiamo al prosieguo del campionato con grande ottimismo. Il derby? Affronto sempre l’Inter con piacere, è un bel confronto con loro, sono squadre di altissimo livello. Faccio sempre i complimenti e cerco di giocarmela. L’importante è aver fatto questo tipo di gara. Voglio che si giochi a calcio, i ragazzi devono fare questo per diventare giocatori a calcio. Dopo la Coppa Italia ero dispiaciuto ma sereno, perché sapevo che se avessimo giocato in quel modo avremmo fatto buone gare. Sono contento di come lavorano in settimana. Venerdì gli ho dato un giorno libero perché li avevo visti già assatanati, probabilmente questo giorno di scarico ci ha fatto bene. La cosa che mi fa felice è che durante le vacanze i ragazzi hanno lavorato. Mi sono fidato della loro professionalità, siamo arrivati al novantesimo senza crampi. Siamo andati bene e sono contento. Rondanini? Non sta tanto bene, è uno di quegli esempi di responsabilità, speriamo non si sia fatto male perché sarebbe una perdita importante“.