Milan » Milan News » Borges (Lancenet): “Seedorf ha portato in Brasile la cultura del lavoro. Doria grande talento, ma non si muove”

Borges (Lancenet): “Seedorf ha portato in Brasile la cultura del lavoro. Doria grande talento, ma non si muove”

Seedorf

Seedorf

Intervista a Walace Borges, giornalista della testata brasiliana Lancenet, riguardo all’esperienza di Seedorf al Botafogo:

Che cosa ha portato Clarence Seedorf in Brasile?

“Prima di tutto ha avuto una diversa concezione del calcio. Averlo è stato un bene perché ha permesso di sviluppare una certa cultura del lavoro. Il calcio qui è povero per strutture o per management, per questo Seedorf ha dato un input importante sia ai compagni di squadra ma anche alla dirigenza. E con i Mondiali alle porte è stato importante per far crescere il movimento calcistico in Brasile”.

Già il suo arrivo in Brasile fu un segnale importante per la crescita del campionato brasiliano

“Io stesso ero sorpreso, anche perché tra tutte le squadre non mi aspettavo scegliesse il Botafogo. Parliamo certamente di un grande club, ma non uno dei primissimi come possono essere il Corinthians, il Flamengo o il Sao Paulo. Il Botafogo insegue un campionato da quasi vent’anni ma adesso è tra le migliori tre del Brasile”.

Com’è stat il suo impatto sul terreno di gioco?

“Molto buono, perché ha giocato spesso e ha segnato tanti gol, senza contare i numerosi assist. Ripeto, la cosa migliore è stata quella di aver sviluppato un’altra mentalità in un calcio che ha una concezione diversa”.

Cosa si dice in Brasile della sua scelta di allenare il Milan?

“A dire il vero già lo faceva qui, in campo. Per questo lo ritengo già preparato al lavoro di allenatore”.

Tra i primi nomi della lista si parla di Doria. Affare fattibile?

“Doria ha un contratto fino al 2017 ma a prescindere da questo credo che non sia il momento giusto di lasciare il Brasile. Ha solo 19 anni e si è affacciato nel massimo campionato brasiliano da poco. La strategia del Botafogo credo sarà quella di aspettare, anche perché uno così fra 5-6 anni sarà uno dei migliori difensori al mondo”.

Qual è a oggi il suo valore?

“Siamo oltre i 15 milioni di euro, non certo un’operazione semplice per il Milan”.

Fonte: MilanNews.it