Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Morabito: “Zaccardo-Taarabt? Affare in dirittura d’arrivo, ci guadagnano tutti”

Calciomercato Milan, Morabito: “Zaccardo-Taarabt? Affare in dirittura d’arrivo, ci guadagnano tutti”

FBL-ENG-PR-FULHAM-MAN CITY

Vincenzo Morabito, agente Fifa ed intermediario della trattativa Zaccardo-Taarabt  ha parlato a Milannews.it dello stato dell’affare:  “Il Fulham aveva bisogno di un difensore e mi ha dato l’incarico di cercare delle soluzioni. Pensando a cosa potesse essere più funzionale mi è venuto in mente di portare Zaccardo in Inghilterra in cambio di Taarabt. Ci guadagnano tutti: credo che Cristian possa fare bene in Premier League e avrà modo di giocarsi le sue carte e chissà, strappare una conferma per l’anno nuovo. Taarabt ha solo 24 anni e fino a un anno fa c’erano tantissimi club a corteggiarlo”.

Poi, l’involuzione.. Tutto è coinciso con la retrocessione del QPR. Ma è un giocatore di gran talento che può coprire pià ruoli: un trequartista che può giocare anche da esterno offensivo. Credo possa essere una bella sorpresa per il calcio italiano”.

A che punto è la trattativa? Ben avviata. I giocatori hanno ottenuto i consensi dei club e ci siamo quasi. Stasera il Fulham ha una partita e quindi se ne riparlerà domattina, ma possiamo definire l’affare in dirittura d’arrivo”.

Un dubbio: visto il ruolo di Taarabt non è che il Milan ha troppi trequartisti? “Io dico che è sempre bene avere giocatori di qualità, poi sarà l’intelligenza di Seedorf a gestire il tutto. Non dimentichiamo che il Milan è l’unica italiana sopravvissuta in Champions”.

Capitolo passaporto non ci sono problemi “Pur giocando per la nazionale marocchina il ragazzo ha il passaporto comunitario”.

Alcuni hanno contestato il fatto che sia stato prima tesserato per il QPR, poi per il Fulham: “Il problema non si pone poiché quest’anno col QPR non ha mai giocato”.

Quali sono stati i problemi avuti dal giocatore al Fulham? “L’attuale tecnico è un uomo tutto dun pezzo, alla Ferguson diciamo. Per questo non ama particolarmente i giocatori di grande personalità”.

Redazione milanlive.it