Milan » Milan News » Milan, la presentazione di Essien: “Quì per vincere, nonostante tutto. Sono in forma per giocare”

Milan, la presentazione di Essien: “Quì per vincere, nonostante tutto. Sono in forma per giocare”

1 pres

A partire dalle ore 13 si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di Michael Essien, nuovo acquisto del Milan. Presente anche l’amministratore delegato Adriano Galliani.

Queste le parole del giocatore ghanese:

Essien: “Ho scelto di venire al Milan perchè prima di ritirarmi volevo giocare anche per i rossoneri dopo aver indossato le maglie di Chelsea e Real Madrid. Quando ho parlato con Seedorf ho capito che era la scelta giusta. Non avevo il desiderio di andare in altri club. Clarence lo conosco da tanto, l’ho pure invitato ad una partita di beneficenza anni fa. Mourinho mi ha incoraggiato ad accettare l’offerta, mi ha detto che mi sarei trovato bene. Quando si arriva in un club grande come il Milan non c’è bisogno di parlare di obiettivi. L’obiettivo è sempre quello di vincere. Questa è una stagione anomala per un club come questo, ma si giocherà per vincere. Ho scelto la maglia numero 15. Le mie condizioni? Sono pronto per giocare, devo solo allenarmi e mettermi a disposizione del mister. Un giocatore col quale ho molta voglia di giocare? Non ho un desiderio particolare, voglio giocare con tutti i giocatori del Milan per vincere. Atletico Madrid? Possiamo vincere. Seedorf? Non lo conosco come allenatore, ma sono curioso di vederlo all’opera. Sarà un grande tecnico. Perché poche partite nel Chelsea quest’anno? Non conosco la ragione, non sono il tipo che chiede queste cose. Sono scelte di Mourinho. Ruolo nel 4-2-3-1? Darò il massimo in ogni caso, deciderà poi l’allenatore dove schierarmi. La scelta di venire in una città come Milano? La città non ha inciso sulla mia scelta, sono venuto qui per giocare nel Milan che è una squadra per la quale ho sempre avuto passione”.

Queste le parole dell’amministratore delegato rossonero.

Galliani: “Grazie per essere qui per la presentazione di Essien, l’ultimo acquisto di una campagna che ha visto quattro partenze e quattro arrivi. E’ un giocatore importante che ha passato la sua carriera in club importanti. Lo abbiamo cercato in accordo con l’allenatore, perché lo riteniamo adatto per il nostro 4-2-3-1. L’idea Essien è figlia delle situazioni legate a Muntari e Montolivo. Vogliamo competere sia in campionato e Champions, e quando abbiamo capito che avremmo avuto quelle assenze abbiamo analizzato quello che offriva il mercato, selezionando solo quelli che potevano giocare in Champions. Essien era il giocatore migliore. Quattro giocatori sono partiti e quattro giocatori sono arrivati. Lo scambio Armero-Constant? Deve decidere Constant. Milan, Napoli e Armero sono d’accordo, fra un po’ vedrò Kevin e vediamo se cambierà idea. Sarebbe uno scambio di prestiti. Armero però non potrebbe giocare in Champions e sarebbe un problema. Inzaghi? Il Sassuolo ce lo ha chiesto ma noi abbiamo detto di no. Pippo ha accettato la nostra decisione. Ci dispiace per il Sassuolo perchè è una società amica, ma Pippo è una leggende del Milan e quì deve restare. Ha un contratto fino al 2016 e sta facendo il suo percorso di crescita alla Primavera. Problemi fisici di Essien? Non è vero, non so chi ha messo in giro queste voci. Come la rissa di Balotelli, nulla di reale. Cagliari è la partita della svolta? Speriamo di si. Con l’anno nuovo stiamo andando comunque meglio con 9 punti in 4 partite ed è una media buona. La squadra è in crescita. I nomi che circolano sul mercato? Ci sono trattative che non sono state beccate. Cerci, Biabiany, Paletta, Vidic mai chiesti. Coentrao l’ho chiesto, ma è stato dichiarato incedibile. Per Agazzi c’era una ipotesi di scambio con Amelia. In questi giorni qualcosa potrebbe succedere, ma non è detto che succeda. La città di Milano influenza la scelta dei giocatori di venire al Milan? Conta di più il brand e infatti nessuno dice preventivamente no al Milan. La città di Milano invece diventa un handicap quando dobbiamo cedere, perché nessuno se ne vuole andare visto che si trova bene qui. Mercato? Qualche idea c’è, vedremo… Lista Champions? C’è tempo fino a lunedì, aspettiamo. Avremo la possibilità di inserire tre nuove giocatori. Vediamo, il mercato deve ancora chiudere. E’ un problema di lunedì prossimo”.

Per il link video cliccate qui