Milan » Milan News » Milan, Galliani: “Siamo in crescita, peccato non aver vinto. Biabiany? Ecco come sono andate le cose…”

Milan, Galliani: “Siamo in crescita, peccato non aver vinto. Biabiany? Ecco come sono andate le cose…”

AC Cesena v AC Milan - Serie A

Adriano Galliani è intervenuto nel post-partita di Milan-Torino ai microfoni di Milan Channel: “Vedo una squadra in crescita e peccato perchè battendo il Torino ci saremmo agganciati al trenino davanti. Ho visto un bel secondo tempo, un bel Rami, è un giocatore su cui potremmo fare affidamento. Sono soddisfatto, abbiamo fatto molto gioco, anche se rischiavamo sui loro contropiedi. Rami ha tiro, anche su punizione, è fisicamente molto forte che secondo me darà una grande mano. Urby ha fatto una grande gara, con grande spinta, un bel terzino d’attacco e mi sembra stia migliorando anche in fase difensiva. Ora andiamo avanti partita per partita. Mi sembra che la squadra ha voglia, dà tutto quello che ha ed è in crescita. Nel secondo tempo abbiamo corso tanto e bene. Questa sera il bicchiere è più mezzo pieno che mezzo vuoto. E’ stato un mese di gennaio bello tosto”.

Sul mercato: “Il Parma per Biabiany voleva un prestito con obbligo di riscatto, io chiedevo il diritto e non abbiamo trovato un accordo. Io e Seedorf la pensiamo quasi allo stesso modo, ma con lui ho lo stesso grado di confronto che avevo con gli altri allenatori. Il mio rapporto con lui è buonissimo come lo è stato nei suoi anni da giocatore. Io storicamente sono un proteggi-allenatore, un dirigente deve avere la capacità di mettere l’allenatore nelle condizioni di fare il massimo. Gori? Ieri sera non c’era ancora l’esecutività, per fortuna alle 20.30 c’era ancora il direttore finanziario da noi, abbiamo firmato l’assegno e stamattina abbiamo ottenuto l’esecutività del contratto. Pippo? Dopo aver detto no al Sassuolo ora me lo devo coccolare (ride)”.