Milan » Milan News » Milan, Kakà vuole la Champions: “Con l’Atletico ci sarò”

Milan, Kakà vuole la Champions: “Con l’Atletico ci sarò”

Kakà

Kakà

Il primo ad aver mantenuto intatta la speranza è proprio lui. Ricardo Kakà non ha neanche preso in considerazione l’eventualità di dover saltare l’andata degli ottavi di Champions League e ieri, lasciando Milanello, ha voluto trasmettere il suo ottimismo anche i tifosi. «Mercoledì ci sarò», ha detto a chi l’ha fermato appena fuori dal cancello del centro sportivo. Mercoledì si gioca la partita più attesa e forse più importante della stagione contro una squadra che Ricky conosce bene. Il brasiliano ha affrontato l’Atletico 5 volte in carriera quando era al Real Madrid (tra Liga e Coppa del Re), vincendo sempre e segnando anche un gol. Mai però con la maglia del Milan, quella che aveva già indossato per sei stagioni (dal 2003 al 2009) e che è tornata a essere sua l’estate scorsa.

Voglia d’Europa Kakà è il giocatore con più esperienza internazionale nel Milan. Ha sollevato la Champions nel 2007, l’anno dell’ultimo trionfo rossonero in Coppa, vincendo anche il titolo di capocannoniere (con 10 reti). A Madrid invece non è mai riuscito a salire sul tetto del mondo. Adesso che è tornato a casa, Ricky non vuole certo fare lo spettatore. Questo Milan ha bisogno di lui. Così stringerà i denti, nonostante il dolore.

Tanti indisponibili Kakà si è fatto male contro il Bologna: un contrasto gli ha provocato una lieve distorsione alla caviglia destra. Anche ieri ha fatto lavoro personalizzato e verrà monitorato giorno per giorno, ma l’ottimismo aumenta. Anche perché Seedorf ha gli uomini contati soprattutto davanti (El Shaarawy, Birsa, Robinho e Cristante infortunati, Muntari e Montolivo squalificati, Honda, Saponara e Silvestre non inseriti nella lista Champions), e l’assenza di Ricky sarebbe veramente pesante. Ieri il tecnico ha fatto lavoro atletico, da oggi probabilmente comincerà a provare la formazione anti Atletico. Salgono le quotazioni di Poli come esterno destro, con Kakà centrale, Taarabt a sinistra e Balotelli centravanti. A centrocampo scelte obbligate dalle squalifiche (Essien-De Jong), mentre in difesa resta in dubbio Zapata, che ha saltato il Bologna per un affaticamento muscolare alla coscia sinistra. Anche lui ieri ha lavorato a parte e verrà monitorato giornalmente. Bonera però è recuperato ed è pronto a sostituirlo al centro della difesa, in coppia con Rami. Capitolo terzini: De Sciglio, Emanuelson (favoriti) e Abate si giocano due maglie.

Fonte: Gazzetta dello Sport