Milan » Milan News » Milan-Juventus, Crudeli ammette: “Rimpiango ancora Pirlo”

Milan-Juventus, Crudeli ammette: “Rimpiango ancora Pirlo”

Juventus v Chelsea FC - UEFA Champions League
MILAN JUVENTUS PIRLO- Intervistato da tuttojuve.com, il giornalista di 7Gold Tiziano Crudeli ha parlato della sfida di domenica sera fra il Milan di Seedorf e la Juventus di Conte:

Che sfida vedremo, a San Siro, dopo la bella vittoria del Milan ai danni della Sampdoria e il successo della Juve nel derby?

Mi auguro che i rossoneri confermino quanto di buono si è visto nelle ultime due partite, anche se considero la sfida con i bianconeri un test molto importante per stabilire se il Milan di Seedorf sia affettivamente cresciuto. La posizione in classifica deve essere momentaneamente accantonata, così come la debolezza del reparto arretrato milanista che sta trovando in Rami uno dei migliori acquisti invernali. Davanti Taarabt sta facendo abbastanza bene e dovrebbe recuperare anche Balotelli. Sarà questo il Milan che si presenterà a San Siro, per un test molto importante per Seedorf. Successivamente il club meneghino avrà anche l’importante sfida di Champions con l’Atletico Madrid, un altro match decisivo per il futuro della squadra.

Come giudica il lavoro di Seedorf fatto fino ad ora?

L’allenatore rossonero sta sfruttando al meglio l’organico che ha a disposizione. Solitamente il tecnico parte con uno schieramento troppo offensivo, il 4-2-3-1, poi nel corso della partita, come è successo con l’Atletico Madrid e con la Samp, passa ad un più funzionale 4-4-1-1, per dare maggior consistenza al centrocampo e proteggere meglio il reparto arretrato che notoriamente è il punto debole del Milan.

Prima della sfida di campionato, la Juve avrà la trasferta di Europa League, questo penalizza i bianconeri?

Credo che la storia insegni che ci potrebbero essere dei riflessi della sfida con il Trabzonspor sul match di domenica. Ma con le motivazioni, su cui insiste da sempre Conte, che stanno facendo ottenere ai bianconeri risultati straordinari, si possa compensare anche una flessione fisica. Anche il fatto che si tratti di un big match, indipendentemente dai punti che dividono le due squadre, contribuisce a fornire ulteriori motivazioni, per non parlare dell’ottimo lavoro di Antonio Conte.

Chi saranno i protagonisti del match?

Da tifoso rossonero gradisco l’assenza di Vidal: un centrocampista che mette a segno 11 gol è merce rarissima. In ogni caso, sono molto preoccupato della coppia d’attacco formata da Tevez e Llorente, con all’attivo 24 gol. In particolare lo spagnolo potrebbe rivelarsi molto pericoloso perché ha realizzato 6 reti di testa e sulle palle alte il Milan denuncia sempre delle grosse lacune. Inoltre Pogba è un centrocampista che sa inserirsi bene e andare spesso in gol. Poi subentrano anche i sentimenti quando vedo Pirlo essere determinante e ho delle forti recriminazioni nei confronti di chi l’ha lasciato andare via dal Milan e ha consentito alla Juve di poter contare su un giocatore unico nel suo ruolo.

Come finirà questo match?

Per scaramanzia non faccio pronostici, è chiaro che spero che vinca il Milan ma se dovessi mettere sul piatto della bilancia gli attuali valori dei due club non potrei non dire che la Juve sia favorita.

La Redazione di Milanlive.it