Seedorf a rischio, Galliani spazientito: ecco i 3 capi di accusa al tecnico del Milan

Seedorf
Seedorf

Nella giornata di ieri Adriano Galliani non ha risposto ad alcuna domanda riguardante Clarence Seedorf dopo l’assemblea dei soci a Casa Milan. L’amministratore delegato sarebbe spazientito con il tecnico olandese, che è sempre più a rischio.
Ecco di seguito i 3 capi di accusa al tecnico.

1) Italiani sempre più distanti. E’ solido l’asse instaurato da Adriano Galliani con il gruppo i giocatori italiani presente nella squadra, mentre Seedorf non avrebbe trovato una grande intesa. Prima il caso Montolivo, con il capitano rossonero che era stato inizialmente escluso dalla formazione titolare per la partita contro il Catania, e adesso il caso Abate. Il terzino campano è arrabbiato, perché le sue continue esclusioni rischiano seriamente di fargli perdere un posto nei convocati della nazionale per il Mondiale in Brasile. Galliani avrebbe fatto presente a Seedorf la necessità di schierare Abate nel suo ruolo nelle prossime partite.

2) I tifosi e il dossier. Galliani poco tempo fa avrebbe presentato un dossier a Silvio Berlusconi per evidenziare tutte le pecche della gestione Seedorf. Un dossier che sarebbe stato riaperto in questi giorni. Il club sarebbe infastidito dalle notizie venute fuori in merito ad alcuni colloqui avvenuti tra il tecnico ed esponenti della Curva Sud e anche per alcuni riferimenti ai deficit della gestione tecnica di Massimiliano Allegri. Diversi episodi stanno arricchendo questo dossier, che potrebbe essere nuovamente presentato al presidente onorario rossonero. Anche se potrebbe essere utilizzato come strumento di pressione per convincere Seedorf ad un divorzio non troppo oneroso.

3) L’Europa può non bastare. Arrivare quinti o sesti può cambiare moltissimo. Conquistare l’Europa League da quinti significa preservare la tournéè negli Stati Uniti e di conseguenza i 3 milioni di euro che essa garantisce a livello di introiti. Il raggiungimento della fase a gironi consentirebbero di intascare almeno 4-5 milioni che potrebbero diventare 12 in caso di lungo percorso.

Fonte: GaSport