Milan, la società non vuole l’Europa League: ecco perché

Galliani

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, la società di via Aldo Rossi non sembra favorevole ad un ingresso del Milan in Europa League attraverso un 6° posto in campionato che costringerebbe la squadra a disputare il turno preliminare (previsto a fine luglio) e pertanto ad anticipare il raduno estivo facendo saltare la ricca tournée negli Stati Uniti che prevede un incasso di 3 milioni di euro e tutte le varie spese pagate.
I compensi per l’Europa League non vengono considerati necessari, ma Clarence Seedorf vuole raggiungere l’obiettivo per certificare la validità del proprio lavoro.

Redazione Milanlive.it