CorSera – Tutti i segreti della gestione Seedorf al Milan

Seedorf
Seedorf

Alberto Costa sul Corriere della Sera ha parlato della situazione di Clarence Seedorf da allenatore del Milan rispondendo a 4 perché sulla sua gestione e sul suo futuro.

Perché verrà licenziato nonostante un contratto fino al 2016:Clarence ha puntato a scavalcare Adriano Galliani finendo però travolto dal suo eccesso di presunzione: ora infatti Galliani è una sorta di commissario politico che Berlusconi gli ha messo alle calcagna dopo essersi reso conto di avere preso un abbaglio investendo su di lui.

Perché non convince sul piano tattico:Perché nella sua filosofia calcistica lo studio degli avversari è un optional. La messa a punto delle partite ha sempre lasciato perplessi tanto il club quanto i giocatori: superficiale e frettolosa, è infatti prevista soltanto nell’allenamento della vigilia. Anche a livello di scelte lo sconcerto societario è massimo. All’Olimpico, contro la Roma, l’utilizzo azzardato di Honda (un solo allenamento con i compagni dopo due settimane di stop) ha mandato su tutte le furie Galliani che avrebbe voluto in campo il più tonico Poli“.

Perché i comportamenti di Seedorf hanno interessato i legali del club:Perché nei suoi mesi a Milanello Seedorf ha infranto in più di una occasione i regolamenti interni e le norme del buonsenso. In Clarence c’è infatti grande elasticità per tutto quello che lo riguarda. Clarence è il primo allenatore a essersi presentato in ritardo agli allenamenti (è accaduto almeno tre volte), ed è il primo ad avere preteso per sé e per il suo vice una panchina separata dal resto della ciurma, una sorta di sedia estatoria il cui utilizzo è però soggetto a restrizioni. A Mauro Tassotti (il perplesso vice di cui sopra) è stato infatti proibito di alzarsi: il solo autorizzato a stare in posizione eretta davanti alla sedia gestatoria è lui (Clarence)“.

Perché qualsiasi cosa faccia l’olandese viene giudicata negativamente:Un merito andrebbe comunque riconosciuto al buon Seedorf: quello di essere riuscito a compattare Barbara Berlusconi e Adriano Galliani, entrambi decisi a scaricarlo. A ben vedere una sorta di Guinness dei Primati“.


Redazione Milanlive.it