MilanLive.it

La redazione di MilanLive.it assegna i voti di fine stagione ai calciatori del Milan scesi in campo durante l’altalenante annata. L’appuntamento di oggi è con il reparto dei centrocampisti:

De Jong
De Jong

Nigel De Jong voto 7,5: un guerriero in campo, uno di quei giocatori che durante le partite danno sempre il massimo impegno e che sono utili all’interno di uno spogliatotoio. Si è riscattato dopo aver passato quasi tutta la scorsa annata in infermeria per un grave infortunio. Il gol nel derby è il sugello della sua ottima stagione.

Montolivo
Montolivo

Riccardo Montolivo voto 5: in netto calo rispetto allo scorso anno, non ha mostrato quelle doti di leader che dovrebbe avere un giocatore che indossa la fascia da capitano del Milan e quasi mai è riuscito a prendere per mano la squadra e a trascinarla. A volte in campo è sembrato molle e svogliato. Rendimento altalentante per lui.

Sulley Muntari
Sulley Muntari

Sulley Muntari voto 5,5: giocatore di sostanza che l’impegno e la professionalità li mette sempre al servizio della squadra, ma non basta per farne un giocatore da Milan. Bloccato dal carattere piuttosto estroso, ha alternato prestazioni esplosive a prove da fischi.

Essien
Essien

Michael Essien voto 4: doveva essere un rinforzo importante per il centrocampo nel mercato di gennaio, ma l’ex Chelsea si è rivelato un vero flop. E’ sembrato spaesato in campo ed ormai in fase discendente della sua buona carriera. Probabile che non lo vedremo più a Milanello l’anno prossimo. I tifosi non lo rimpiangeranno.

Poli
Poli

Andrea Poli voto 6,5: arrivato in punta di piedi al Milan, si è rivelato subito un giocatore prezioso grazie alla sua tenacia e alla bravura negli inserimenti. Può crescere ancora molto sopratttutto nella gestione delle energie nel corso delle partite e nella concretezza. Adriano Galliani farà bene a riscattare la seconda metà del suo cartellino.

Cristante
Cristante

Bryan Cristante voto NG: per la prima volta titolare a San Siro contro l’Atalanta e subito i gol, poi il calvario tra infortuni ed esclusioni. E’ un ragazzo che il talento ce l’ha, bisogna solo dargli fiducia. Il Milan deve puntare su di lui per il futuro.

Honda
Honda

Keisuke Honda voto 4,5: il Milan lo ha inseguito per tutta la scorsa estate e poi è riuscito a farlo vestire di rossonero a gennaio, quando è stato presentato come una autentica star. Ha però deluso. Certamente la posizione di esterno destro non lo ha aiutato ad esprimersi al meglio, ma è sembrato comunque troppo lento ed impreciso. Sicuramente avrà un’altra chance.

Riccardo Saponara
Riccardo Saponara

Riccardo Saponara voto NG: era stato uno dei migliori talenti della Serie B nell’annata 2012/2013 ed aspettava di consacrarsi a Milano. Purtroppo gli infortuni lo hanno ostacolato ed ha messo insieme poche presenze nelle quali non è mai riuscito a stupire in positivo. E’ destinato a partire, magari in prestito per fare un po’ di esperienza e per poi rientrare a Milanello.

A cura di Matteo Bellan