Alex con la sciarpa
Alex

Il Milan ha ufficialmente presentato il difensore ex Psg Alex a Casa Milan. Il giocatore, che arriva a parametro zero, oltre a portare con sè un bagaglio di esperienza davvero notevole, portrà, per forza di cose, in dote anche una cessione. Il suo contratto con il Milan comincerà infatti il 1 luglio 2014, ma, prima di quella data, il Milan dovrà però necessariamente cedere un extracomunitario. E’ una questione di passaporti: Alex è infatti extracomunitario e per poter essere tesserato, il Milan dovrà necessariamente cedere all’estero (anche in prestito) un giocatore della sua rosa con lo stesso status. I papabili non sono molti: Gabriel, Honda, Muntari, Robinho e Zapata più i giocatori che rientreranno (vale a dire Diniz, Oduamadi, Vergara e Hottor, che però è stato squalificato per un anno dopo i fatti di Salernitana-Nocerina). Proprio in questa situazione sarebbe importante per il Milan vendere entro la fine di giugno Robinho, per il quale si cerca una sistemazione ormai da parecchio tempo. Per il trequartista brasiliano le richieste ufficiali non mancano: in Turchia lo vuole il Besiktas, e in Brasile il Botafogo, ma entrabi i club sono spaventati dall’ingaggio di circa 2 milioni di euro a stagione percepito da Robinho. E’ dunque più facile pensare ad un trasferimento di Zapata che nella Liga, dove ha già giocato con il Villareal, ha ancora qualche estimatore, o dei giovani Vergara e Oduamadi.

Redazione Milanlive.it