Balotelli e Raiola
Balotelli e Raiola

Mino Raiola, agente di Mario Balotelli, non ci sta: il noto agente italo-olandese dalle pagine della Gazzetta dello Sport si è scagliato contro i detrattori del suo assistito, primo imputato dopo la delusione dell’Italia ai Mondiali:

“E’ ver­go­gno­so pren­der­se­la con il solo Ba­lo­tel­li: que­sta sì che è man­can­za di equi­li­brio, spec­chio di un Paese in cui il cal­cio è morto. Ma qual­cu­no in Ita­lia pen­sa­va dav­ve­ro di vin­ce­re il Mon­dia­le? Io non mi sono stu­pi­to di que­sto fal­li­men­to. In Eu­ro­pa i no­stri club non vin­co­no più, come po­te­va la Na­zio­na­le fare il mi­ra­co­lo? Non giu­di­co le per­so­ne, non co­no­sco Pran­del­li ma la sua idea tat­ti­ca era per­den­te. Come si può pen­sa­re di vin­ce­re con un solo at­tac­can­te in campo? Anche la Costa Rica ne schie­ra­va tre. Come sta Mario? E’ tri­ste, anzi di­spe­ra­to. Solo Gal­lia­ni lo ha tu­te­la­to men­tre dalla Figc si­len­zio as­so­lu­to. Ap­prez­zo le frasi di Gal­lia­ni, ma ora vo­glio ri­spon­de­re anche a quel­le di Bar­ba­ra Ber­lu­sco­ni. Se per lei è so­sti­tui­bi­le, mi chia­mi in sede e una so­lu­zio­ne la tro­via­mo: come sono abi­tua­to a fare. Ri­cor­do che Mario aveva altre of­fer­te im­por­tan­ti. Lui al Milan c’è per cuore, lei non lo so”.

Redazione MilanLive.it