Berlusconi ‘tutor’ di Inzaghi, ma il tecnico aspetta i colpi di mercato

Berlusconi e Inzaghi
Berlusconi e Inzaghi

Come riferisce Tuttosport, a un giorno solo dalla presentazione ufficiale della squadra, Silvio Berlusconi lancia segnali privati di ammirazione e fiducia verso la sua ultima scelta, ovvero Filippo Inzaghi, l’uomo designato a riportare in alto una squadra per ora in caduta come il Milan. C’è feeling tra i due personaggi, lo si evince dalle tre cene ad Arcore dell’ultimo mese, in cui hanno partecipato presidente, tecnico e l’ad Galliani. Inzaghi ha chiesto più volte al Cavaliere di farsi sentire con i ragazzi, di spronarli personalmente, di far trasparire fiducia ed appoggio alla squadra; in cambio Berlusconi farà da ‘tutor‘ a Super Pippo, lo sosterrà senza avere fretta nel gioco e nei risultati, un pò il contrario di ciò che accadde con Seedorf. Ma il cruccio resta il mercato: Inzaghi ha chiesto rinforzi di primo livello, per ora sono arrivati solo parametri zero; l’estate è lunga, ma i certo quello del Milan non sarà mercato con i botti.

Redazione MilanLive.it