Alessio Cerci
Alessio Cerci

Il giornalista di Libero Fabrizio Biasin, nell’editoriale per Tuttomercatoweb.com, ha parlato anche di Milan: “Settimana scorsa incitavamo Galliani a fare qualche colpo dei suoi. Ebbene, ci piace credere che sia andata così. In rossonero sono le ore calde di uno tra Cerci e Taraabt. Ieri l’ad ha incontrato Cairo, oggi ha appuntamento con l’agente del marocchino (Joorabchian) e domani presenterà i due “preventivi” a patron Silvio nell’ennesimo vertice di mercato ad Arcore. Difficile che Cairo abbassi le pretese, ma restiamo dell’idea che alla fine il prescelto sarà Cerci – se non altro per accontentare Inzaghi – magari grazie a un pagamento multi-rateizzato. Non credevo che il Milan riuscisse ad arrivare a Diego Lopez senza spendere un centesimo per il cartellino e invece devo aver sottovalutato gli ottimi rapporti tra Galliani e Florentino Perez. In ogni caso – opinione personale – offrire un quadriennale da 2,5 milioni netti a un giocatore di quasi 33 anni resta un bel rischio, forse eccessivo, di quelli che negli ultimi anni hanno portato il monte ingaggi dei rossoneri a strabordare. Chi scrive pensava fosse arrivato il momento dell’inversione di tendenza, anche perché era rimasto fermo al diktat societario “non si fanno contratti pluriennali ai giocatori oltre i 30 anni come Pirlo”. Ma è anche vero che i portieri hanno una “longevità” sportiva diversa. Vedremo”.

 

Redazione Milanlive.it