Filippo Inzaghi
Filippo Inzaghi

Il volto di questo Milan nelle prime giornate di campionato non si è ancora capito. Dopo le vittorie consecutive contro Lazio e Parma, la squadra di Filippo Inzaghi è incappata nella sconfitta di San Siro contro la Juventus e nel rocambolesco pareggio ad Empoli. Va detto che era dalla stagione 2009-2010 con Leonardo in panchina che i rossoneri non riuscivano ad accumulare 7 punti dopo 4 giornate. La fase difensiva è il tallone d’Achille del Milan. Agli avversari vengono concessi  troppi spazi e troppe occasioni da gol. Sono troppi i gol subiti, ben 8, dei quali 3 da calci di punizioni e corner. Un trend in linea con quello delle passate stagioni.

 

Tuttosport evidenza che Inzaghi ad Empoli si è molto arrabbiato per i due gol presi su palla inattiva, soprattutto considerando che aveva istruito i suoi giocatori facendogli anche visionare il dvd dei movimenti compiuti dai toscani nelle scorse partite. Quello dei gol subiti su queste situazioni di gioco è un problema che attanaglia il Milan da anni. Nella stagione 2012-2013 sono state 16 le rete subite in questa maniera su un totale di 51, ben il 31%. In quella passata sono state 10 su un totale di 63 subite. Un trend che era comunque migliorato con Clarence Seedorf, ma che con Inzaghi sembra tornato quello di sempre.

 

Gli 8 gol subiti nelle prime 4 giornate di campionato rappresentano il peggior dato statistico del Milan dalla stagione 1983-84 (gol subiti: 10) ad oggi. Inzaghi dovrà lavorare molto per migliorare la solidità difensiva ed evitare già a Cesena che si ripetano gli errori visti a Parma ed Empoli.

 

Redazione Milanlive.it