Riccardo Montolivo
Riccardo Montolivo

La Gazzetta dello Sport riporta una notizia non positiva per il Milan. Il rientro di Riccardo Montolivo, previsto per i primi di settembre, slitterà di qualche settimana. Questo perché nell’ultima visita di controllo alla clinica La Madonnina di Milano, che avrebbe dovuto servire ad ottenere il via libera per potersi allenare con la squadra, è risultato che la calcificazione della tibia fratturata nella partita amichevole pre Mondiale Italia-Irlanda non è completa al 100%. I dottori non hanno dubbi, il giocatore potrà tornare ad allenarsi con i compagni solo dal 20 ottobre e dovrà farlo con molta attenzione per non incappare in eventuali infortuni di tipo muscolare.

 

Nessuna accelerata nei tempi di recupero dunque, come era stato invece paventato tempo tempo fa. Montolivo dovrebbe sfruttare la sosta del campionato fissata al 16 novembre per poi rientrare giusto per il 23 quando ci sarà il derby contro l’Inter. Filippo Inzaghi ha bisogno della sua qualità in mezzo al campo. La squadra ha avuto difficoltà finora a fare gioco ed un giocatore come lui serve assolutamente. Nel 4-3-3 può giocare sia come mezzala che come regista. Attualmente il perno centrale del centrocampo è Nigel De Jong, l’unico in grado in questo momento di dare un minimo di equilibrio ad una squadra che comunque ha subito decisamente troppi gol. In un 4-2-3-1 invece Montolivo potrebbe affiancare lo stesso olandese.

 

Dalle ultime Milan News risulta che Inzaghi sta già pensando alla formula migliore per la sua squadra in previsione di un ritorno del capitano rossonero, anche se chiaramente è più concentrato sul risolvere i problemi del presente che non sono pochi. Il tecnico vorrebbe riuscire a schierare contemporaneamente un centrocampista in grado di giocare la palla (Montolivo), il suo elemento più talentuoso (Menez) ed una prima punta d’area (Torres) senza però perdere troppo equilibrio. Indipendentemente dal modulo diventa fondamentale migliorare in fase difensiva ed essere più concreti in attacco.

 

Redazione Milanlive.it