Graziano Pellè (Getty Images)
Graziano Pellè (Getty Images)

Le convocazioni di Antonio Conte per gli impegni della Nazionale di questa settimana hanno sicuramente fatto notizia. Ma più che l’esclusione di Mario Balotelli la vera novità è la presenza di Graziano Pellè, meritatissima per quanto fatto in campo questi anni. Per l’attaccante del Southampton sembra finalmente arrivata la grande occasione con la maglia azzurra dopo essere stato uno dei punti di riferimento per l’Under 21 fra il 2005 e il 2007.

 

Intervistato dal canale ufficiale della Nazionale azzurra, Pellè ha raccontato come è nato il suo sogno di diventare un giocatore di calcio, definendo in particolare i calciatori modello della sua giovinezza, fra i quali troviamo due ex campioni del Milan:  “Mio padre è stato un ex giocatore, ha militato in Serie C. Mi ha fatto crescere con i video di Van Basten e Ronaldo. E’ per questo che sono diventato poi un calciatore“. Due attaccanti che han fatto la storia non solo dei rossoneri ma in generale di questo sport. Il centravanti ha poi raccontato anche un simpatico aneddoto risalente ai tempi dell’Under 21: “Ai tempi dell’Under 21 feci una scommessa con Chiellini e Montolivo durante la partita in Olanda nel 2007. Non credevano riuscissi a battere il rigore come Totti, con il cucchiaio. Grande adrenalina, ma ce l’ho fatta”. 

 

Redazione Milanlive.it