Umberto Gandini (Getty Images)
Umberto Gandini (Getty Images)

Umberto Gandini, direttore organizzativo del Milan, ha parlato a BBC World Service per parlare della Champions League e di alcune novità che si potrebbero introdurre per permettere ad alcuni club di parteciparvi anche se non vi si sono qualificati: “Penso che dobbiamo pensare a come migliorare la Champions League. Mi piacerebbe che ci fosse l’opportunità di wild card o altre strade per le società che hanno l’abilità, il prestigio o le dimensioni per competere in Champions League. Si pensi, per esempio, all’Italia, dove ogni anno due squadre accedono direttamente e una va ai play off, ma ci sono Juventus, Milan, Inter, Roma, Napoli, Fiorentina e Lazio che lottano per i primi tre posti. In Inghilterra ci sono Manchester United, Manchester City, Chelsea, Arsenal, Tottenham e Liverpool che si giocano i primi quattro posti. Ogni anno una squadra, due o tre restano fuori e giocano in Europa League o restano senza calcio europeo. Oggi abbiamo una competizione con 32 squadre, ogni stagione c’è l’avventura fantastica di una rivelazione che arriva, diciamo, fino ai quarti di finale. Questo fa bene al calcio. D’altra parte però ci sono club importanti, importanti per storia e per dimensioni, che restano fuori”.

 

Redazione Milanlive.it