Vincenzo Montella
Vincenzo Montella

Vincenzo Montella accoglie la sfida di San Siro contro il Milan come uno scontro diretto per la Champions League, con la sua Fiorentina che però ha grossi problemi di classifica e dovrà cercare subito di fare punti per tornare in corsa. L’allenatore viola, che nelle ultime due stagioni ha sempre sbancato il Meazza rossonero, ha parlato alla Gazzetta dello Sport quest’oggi.

 

La sua è anche una sfida a Pippo Inzaghi, tra giovani allenatori e bomber indimenticabili del calcio italiano: “Tra me e Pippo chi era più forte? Ancora oggi non mi spiego come abbia fatto a segnare tutti quei gol. Non aveva ne dribbling ne tiro da fuori, eppure con la grinta e la tenacia ha saputo sfruttare al massimo le sue caratteristiche. Da allenatore ha cominciato da poco, ma già ha messo in mostra alcune idee geniali“.

 

Sui giocatori più temibili: “Fermare Honda è un bel problema, Inzaghi lo ha fatto esplodere in un ruolo a lui congeniale e non si ferma più. Menez? C’ho giocato e l’ho allenato, è uno di quei talenti in grado di spaccare la partita. Non mi ero lasciato bene con lui a Roma, ma ora ci siamo chiariti“.

 

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it