Stephan El Shaarawy (Getty Images)
Stephan El Shaarawy (Getty Images)

Stephan El Sharawy ieri ha festeggiato i suoi 22 anni ed il suo fratello-agente Manuel è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva per parlare innanzitutto di come il Faraone ha vissuto il periodo di infortuni che hanno stoppato la sua carriera in un momento nella quale sembrava dovesse decollare definitivamente: “L’ha vissuto bene. Ha avuto una leggerissima infiammazione quando è andato in Nazionale ma ha recuperato subito. Si diceva che lui non fosse nel pieno della forma ma questo non era vero. E’ sempre stato in forma anche nelle tre panchine che ha fatto e lui ha tenuto a precisarlo. C’è stata una scelta tecnica del mister, una cosa normalissima, che succedono. Nelle settimane precedenti non c’è stato nessun cenno di polemica, tengo a precisarlo. Il rapporto coi compagni è saldo. Non significa che se un giocatore sbaglia un passaggio il rapporto coi compagni non è saldo. Lo stesso vale per il mister: è ottimo. Stephan pensa a giocare e ad allenarsi bene e essere pronto quando viene chiamato in causa. Poi è normale che un ragazzo di 22 anni tenga a giocare, non gli si può dar nessuna colpa. E’ naturale per ogni giocatore. Non c’è nessun tipo di problema“.

 

Per quanto riguarda invece l’abitudine al gol che Stephan aveva due anni fa e che ora deve ritrovare: “Il gol manca a qualunque attaccante. Non è l’aspetto cruciale. Senza dubbio un gol gli tirerebbe su il morale. L’importante è trovare la continuità di prestazione: penso che sia la cosa fondamentale. Ed è anche la base. Così si ritrova la fiducia in se stessi e il gol arriverà. Quando ci si focalizza non arriva. E’ la legge di Murphy: quando ci si focalizza troppo su un aspetto quello tende poi a essere vanificato. Non è importante concentrarsi sul gol. Deve solamente a giocare e fare bene“.

 

Manuel infine si è così espresso sul momento del Milan in generale: “E’ stato un peccato, quella con la Fiorentina non è stata una bellissima partita sotto il profilo dello spettacolo. Peccato per questi due punti. E’ difficile dire quale posizione raggiungerà il Milan. E’ una buona squadra, messa bene in campo bene dal mister rispetto agli anni precedenti. Mi auguro che possa fare bene. Ha le carte per giocarsi il terzo posto“.

 

Redazione Milanlive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it