Giampaolo Pazzini
Giampaolo Pazzini

Si potrebbe pensare che l’arrivo di Filippo Inzaghi al Milan abbia messo tutti d’accordo in un ambiente entusiasta come quello di  Milanello, ma non è cosi per Giampaolo Pazzini. Il centravanti è stato impiegato solo in alcuni scampolo di partita fino a questo momento, situazione che per un giocatore abituato a giocare e segnare con continuità non può certo risultare appagante. Il Pazzo è chiuso dalla grande abbondanza di attaccanti nella rosa e le gerarchie del tecnico lo vedono dietro Jeremy Menez e Fernando Torres. Dato lo scarso impiego il giocatore è pronto a lasciare Milano ed il club potrebbe cogliere l’occasione per monetizzare oppure utilizzarlo come pedina di scambio nel mercato di gennaio per portare in rossonero i rinforzi richiesti dall’allenatore, in Italia l’attaccante ha molte richieste, resta da verificare come la dirigenza milanista possa sfruttare la cosa a proprio vantaggio.

 

In primis ci sarebbe il Parma, in gravi difficoltà in questo inizio di stagione e convinto di poter risollevare le proprie sorti ricostruendo la coppia Cassano-Pazzini, che in blucerchiato fecero sognare l’Europa a mezza Genova. I ducali potrebbero inserire nella trattativa Felipe, esperto difensore brasiliano, almeno una volta recuperato Paletta al centro della difesa. Il centrale brasiliano però non è esattamente il rinforzo di qualità voluto da Inzaghi, pare piuttosto un mediocre ripiego non certo capace di risollevare un reparto parso molto in sofferenza.

 

Un’ipotesi suggestiva è il possibile rientro alla Sampdoria, club a cui è rimasto legatissimo l’attaccante toscano e nel quale è stato senza dubbio autore delle sue stagioni migliori, i genovesi oltretutto detengono il cartellino di un giocatore molto apprezzato in via Aldo Rossi, Pedro Obiang. Il centrocampista doriano sarebbe un importante arrivo nella mediana milanista in quanto atleta dotato di discreta tecnica ma bravo anche nella fase di interdizione, sicuramente un operazione che avrebbe la benevolenza dell’entourage rossonero.

 

Un’altra meta non da escludere è la Fiorentina, i toscani sono alle prese con gli infortunati lungodegenti Giuseppe Rossi e Mario Gomez, la cui fragilità fisica potrebbe spingere la società a tornare sul mercato degli attaccanti per cercare di tutelarsi. A questo punto entra in gioco il Diavolo che potrebbe favorire il ritorno del centravanti in Viola in cambio di un altro ritorno, quello di Alberto Aquilani a Milano. Il centrocampista romano ha recentemente dichiarato di essere stato bene nel capoluogo lombardo e in questo momento i rossoneri soffrono drammaticamente l’assenza di piedi buoni in mezzo al campo, problema che il rientro di Riccardo Montolivo  coadiuvato dall’arrivo del Principino potrebbero risolvere, tornando a dettare i ritmi di gioco con classe e fantasia.

 

Pazzini ha fatto molto bene al Milan dal suo arrivo nel 2012, ma la spietata concorrenza sembra ormai costringerlo ad un addio. La sua partenza però potrebbe diventare la chiave di volta per il mercato che Adriano Galliani sta progettando da tempo in vista del mercato di riparazione. Una separazione che potrebbe risultare vantaggiosa per entrambe le parti se pianificata di comune accordo.

 

Redazione Milanlive.it

 

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it