Stephan El Shaarawy
Stephan El Shaarawy

Un digiuno che dura 20 mesi per Stephan El Shaarawy, il quale non trova la rete dal febbraio 2013 quando beffò l’Inter nel derby senza però riuscire a portare a casa una vittoria. Numeri assolutamente impietosi per un attaccante con la sua qualità, un giocatore dalle doti straordinarie che tra sfortuna e problemi fisici non riesce più a trovare la via della rete. Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, il Faraone non vuole abbattersi e proverà anche stasera contro il Cagliari a cercare il tanto agognato centro stagionale.

 

Il Milan intanto lo aspetta, crede in lui e non intende bocciarlo. Al Sant’Elia Inzaghi potrebbe puntare sulla sua verve offensiva nel 4-3-3 scelto per fronteggiare l’insidiosa squadra di Zeman, al fianco di Torres e del sempre presente Honda. Intanto il tecnico rossonero lo rincuora, come ammesso in conferenza stampa ieri: “Parlo spesso con lui, lo vedo sereno. So che il gol per un attaccante è un assillo, ma gli dico di non pensarci, arriverà prima o poi“. Con la speranza che i 612 giorni di astinenza non diventino 613.

 

Redazione MilanLive.it

 

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it