Ri-nasce l’Inter di Mancini, il tecnico: “Nuova sfida stimolante”

Mancini
Mancini

Il popolo nerazzurro è in subbuglio per il ritorno sulla panchina dell’Inter di Roberto Mancini. L’esonero in mattinata di Walter Mazzarri e l’arrivo in parallelo del tecnico di Jesi hanno riportato grande entusiasmo nella Milano neroblù. Lo stesso Mancio si è mostrato entusiasta della sua nuova avventura con il club con cui ha vinto 3 scudetti consecutivi esprimendo la propria gioia tramite un semplice cinguettio su Twitter: “Inter, una nuova stimolante sfida, sono contento di riabbracciare i tifosi nerazzurri. A domani #forzainter“.

 

Il suo ritorno porterà una boccata di entusiasmo che da diversi mesi ormai mancava ad Interello, oltretutto si preannuncia un probabile sconvolgimento del sistema di gioco adottato. Mentre l’Inter mazzarriana si presentava con un 3-5-2, quella di Mancini tornerà molto probabilmente ad una difesa a 4 che potrebbe ridare alla retroguardia compattezza e valorizzare nuovamente un acquisto come Nemanja Vidic, apparso decisamente fuori luogo nel vecchio sistema di gioco a 3. Il centrocampo tornerà con ogni probabilità a formare il classico rombo, che avrà come interpreti Gary  Medel (che è però squalificato per il derby) in versione filtro davanti alla difesa, Fredy Guarin e Hernanes con il compito gestire il controllo del pallone e Mateo Kovacic vertice alto pronto ad illuminare con le sue giocate e al servizio di Mauro Icardi e Rodrigo Palacio.

 

Nasce oggi una nuova Inter, la sua prima volta sarà proprio contro il Milan nell’atteso derby del 23 novembre, un incontro che a questo punto regalerà senza dubbio grandi sorprese e che permetterà una volta per tutte di capire la dimensione della squadra di Filippo Inzaghi, definendo in modo chiaro quali obiettivi può prefiggersi la rosa rossonera.

 

Redazione MilanLive.it